Oggetto: favorire la realizzazione di progetti delle MPMI turistiche attraverso lo strumento delle reti d’impresa, con l’obiettivo di supportare i processi di riorganizzazione della filiera turistica, migliorare la specializzazione e la qualificazione del comparto ed incoraggiare gli investimenti per accrescere la capacità competitiva ed innovativa dell’imprenditorialità turistica locale.

Soggetti beneficiari: possono presentare domanda le MPMI con sede legale e/o unità locale nelle province di Chieti e Pescara, organizzate in aggregazioni tramite una delle seguenti tipologie:
a) Reti di Imprese senza personalità giuridica (“Rete-Contratto”), già costituite al momento della presentazione della domanda o da costituirsi entro 30 giorni dalla comunicazione della concessione del contributo;
b) Reti di Imprese con personalità giuridica (“Rete-Soggetto”);
c) Associazioni Temporanee di Imprese (A.T.I.), già costituite al momento della presentazione della domanda o da costituirsi entro 30 giorni dalla comunicazione della concessione del contributo;
d) Consorzi e Società Consortili, costituiti anche in forma cooperativa.
Tutte le aggregazioni di cui alle lettere a), b), c) e d) dovranno avere il programma comune di rete, o l’oggetto sociale, finalizzato a favorire la promozione del turismo e del commercio, sia con riguardo alle imprese aderenti che al territorio su cui esse insistono ed operano.
Al bando possono partecipare aggregazioni (Consorzi, Società Consortili, ATI, Reti) che garantiscano la partecipazione attiva al progetto, per tutta la durata dello stesso, di almeno 5 imprese aderenti che abbiano tutti i requisiti previsti dal bando (tra cui l’iscrizione della sede legale e/o dell’unità locale alla CCIAA Chieti Pescara), che non siano collegate tra di loro e che posseggano uno dei codici ATECO relativi alla filiera allargata del turismo di seguito indicati:
• 55 Alloggio;
• 56 Attività dei servizi di ristorazione;
• 77.11 Noleggio di autovetture ed autoveicoli leggeri;
• 77.21 Noleggio di attrezzature sportive e ricreative;
• 77.34 Noleggio di mezzi di trasporto marittimo e fluviale;
• 79 Attività dei servizi delle agenzie di viaggio, dei tour operator e servizi di prenotazione e attività connesse;
• 82.30 Organizzazione di convegni e fiere;
• 90.04 Gestione di strutture artistiche;
• 91.02 Attività di musei;
• 91.03 Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili;
• 91.04 Attività degli orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali;
• 93.19.92 Attività delle guide alpine;
• 93.21 Parchi di divertimento e parchi tematici;
• 93.29.2 Gestione di stabilimenti balneari: marittimi, lacuali e fluviali;
• 93.29.9 Altre attività di intrattenimento e di divertimento n.c.a.;
• 96.04.2 Stabilimenti termali;
• 96.09.05 Organizzazione di feste e cerimonie.
Alla data di presentazione della domanda, le sopracitate minimo 5 imprese dell’aggregazione aderenti al progetto dovranno possedere i seguenti requisiti:
– avere sede legale e/o unità locale sul territorio Chieti/Pescara;
– risultare iscritte e attive al Registro delle Imprese competente territorialmente;
– risultare in regola con il pagamento del diritto annuale negli ultimi tre anni (2018-2019-2020);
– non essere sottoposte a fallimento, concordato fallimentare, liquidazione coatta amministrativa, amministrazione straordinaria, concordato preventivo con effetti liquidatori;
– non avere subito protesti negli ultimi due anni;
– risultare in regola con gli obblighi contributivi per quanto riguarda la correttezza nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali ed assicurativi nei confronti di INPS e INAIL;
– non avere beneficiato o beneficiare di altri contributi pubblici per l’abbattimento dei costi per le stesse voci di spesa;
– non avere in corso contratti di fornitura di beni-servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio Chieti Pescara.
Non saranno ammessi i progetti presentati da soggetti (o nella cui A.T.I. o Rete vi siano soggetti) della cui compagine societaria facciano parte enti pubblici, pur se in quota di minoranza, e anche se tali enti pubblici non partecipano attivamente al progetto.
Non saranno, inoltre, ammessi progetti già oggetto di contributo, sponsorizzazione o compartecipazione della Camera di Commercio Chieti Pescara in qualsivoglia forma, ovvero progetti presentati su altre tipologie di bando.

Progetti finanziabili: sono finanziabili i progetti di promozione turistica riconducibili alle seguenti tipologie:
a) iniziative volte alla riduzione dei costi delle imprese facenti parte della rete attraverso la messa a sistema degli strumenti informativi di amministrazione, di gestione e di prenotazione dei servizi turistici, la creazione di piattaforme per la gestione dei contatti con la clientela, di business intelligence e per acquisti collettivi di beni e servizi;
b) iniziative che migliorino la conoscenza del territorio a fini turistici, con particolare riferimento a sistemi di promo-commercializzazione on line;
c) implementazione di iniziative di promo-commercializzazione che utilizzino le nuove tecnologie e, in particolare, i nuovi strumenti di social marketing e digital marketing;
d) sviluppo di iniziative condivise fra le aziende della rete finalizzate alla creazione di pacchetti turistici innovativi;
e) promozione delle imprese e del territorio attraverso la creazione di materiali promozionali comuni;
f) servizi per la partecipazione sia in modalità “in presenza” che in modalità “virtuale” a fiere, B2B, B2C, showroom, matching, educational, incoming, marketplaces;
g) accrescimento delle capacità manageriali dell’impresa attraverso attività formative a carattere specialistico esclusivamente su tematiche relative alla promozione digitale del turismo e all’individuazione dei target turistici di riferimento in nuovi mercati;
h) implementazione di banche dati/software gestionali per attività di gestione finalizzati a favorire la promozione delle imprese turistiche;
i) investimenti in tecnologie di realtà aumentata e realtà virtuale per il marketing esperienziale delle strutture ricettive e del territorio;
j) acquisto o noleggio di droni per riprese video e fotografiche con finalità di promozione turistica;
k) acquisto o noleggio di beni ed attrezzature strettamente funzionali alle attività promozionali e turistiche e alle tecnologie presenti nel progetto.

Agevolazioni: contributo a fondo perduto pari al 60% delle spese ammissibili per un massimo di € 25.000,00.

Tempistica: le domande possono essere presentate fino alle ore 21:00 del 30/06/2021.