Decontribuzione Sud: l’agevolazione contributiva per il Sud

Oggetto : Decontribuzione Sud diretto ai datori di lavoro che hanno sede di lavoro nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Procedura di selezione : Automatica

Territorio di riferimento: Regioni Mezzogiorno – Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Tempistica: Le domande possono essere presentate fino al giorno 31/12/2020.

Soggetti proponenti  
Possono presentare domanda i datori di lavoro:

·         che hanno sede di lavoro nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia

·         che hanno sede legale in una regione diversa, ma con rapporti di lavoro per prestazioni lavorative da svolgersi in una delle regioni ammesse, previo controllo INPS competente.

Requisiti:

·         rispetto degli obblighi di contribuzione previdenziale;

·         rispetto delle norme a tutela dei dipendenti;

·         rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, regionali,     territoriali, o aziendali sottoscritti dai sindacati;

·         divieto di licenziamento.

Settori esclusi: settore agricolo

Progetti finanziabili
L’agevolazione spetta in relazione a tutti i rapporti di lavoro subordinato, sia instaurati che instaurandi, esclusi contratti di lavoro domestico.

Il periodo di fruizione va dal 1/10/2020 al 31/12/2020 e può essere sospeso esclusivamente nei casi di assenza obbligatoria dal lavoro per maternità.

Tipo di agevolazione: esonero pari al 30% della contribuzione previdenziale complessivamente dovuta

Cumulabilità: Il bonus è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle  aliquote  di  finanziamento  previsti  dalla  normativa  vigente,  nei  limiti  della contribuzione previdenziale dovuta.
Regime di aiuto: Quadro temporaneo Aiuti di Stato COVID