Tempistica: Le domande possono essere presente a partire dalle ore 12:00 del 2/10/2019 e fino alle ore 12:00 del 28/11/2019.

Procedura di selezione: valutativa (a graduatoria)
Territorio di riferimento: Regione Lazio – Provincia di Rieti

Comuni ammissibili: Accumoli (RI); Amatrice (RI); Antrodoco (RI); Borbona (RI); Borgo Velino (RI); Cantalice (RI); Castel Sant’Angelo (RI); Cittaducale (RI); Cittareale (RI); Leonessa (RI); Micigliano (RI); Poggio Bustone (RI) Posta (RI); Rieti;  Rivodutri (RI).

Oggetto:Favorire la ripresa del tessuto produttivo dell’area colpita dagli eventi sismici dell’agosto e dell’ottobre 2016 e del gennaio 2017, tramite la concessione di aiuti alle imprese che abbiano subìto un danno già operanti al 24 febbraio 2016 nel territorio della Provincia di Rieti nei quali sono ubicati i 15 comuni rientranti nel cratere sismico.

Progetti finanziabili e Spese ammissibili
Sono ammissibili i costi della produzione.

Per costi della produzione si intendono:

·        per le imprese tenute alla pubblicità del bilancio, i costi sostenuti dall’impresa beneficiaria nell’esercizio di riferimento quantificati come totale dei costi della produzione di cui alla lettera B) dello schema di conto economico di cui all’articolo 2425 del codice civile, ovvero di cui all’articolo 2435 bis del codice civile per i bilanci in forma abbreviata o di cui all’articolo 2435 ter del codice civile per i bilanci delle micro imprese, al netto delle voci “ammortamenti e svalutazioni” (punto 10), “accantonamento per rischi” (punto 12) e “altri accantonamenti” (punto 13).

·        per le imprese beneficiarie non tenute alla pubblicità del bilancio di esercizio nonché per le imprese beneficiarie che operano, in regime forfettario e per le imprese beneficiarie esercenti attività agrituristica che hanno optato per il regime di cui all’articolo 5 della legge 30 dicembre 1991, n. 413, gli equivalenti costi desumibili dalla dichiarazione dei redditi.

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione: 100% delle spese ammissibili

Importo massimo concedibile: € 50.000,00 ovvero € 75.000,00 per le imprese in possesso del rating di legalità.

Regime di aiuto: de minimis.