Concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore dei progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale

Tempistica: Le domande devono essere presentate entro il 9/01/2020
Territorio di riferimento: Regione Campania
Oggetto: Concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore dei progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale per soluzioni tecnologiche abilitanti destinate ai settori aeronautico e spaziale con particolare riferimento alle traiettorie tecnologiche indicate dalla RIS3.
Soggetti proponenti:  Possono presentare domanda aggregazioni di PMI e grandi imprese che siano costituite e già operative alla data di presentazione della domanda. Le aggregazioni devono essere formate da almeno 3 imprese, di cui almeno una PMI. Possono partecipare all’aggregazione anche uno o più organismi di ricerca (OdR). Inoltre, l’aggregazione deve prevedere che nessuna delle imprese partecipanti sostenga più del 70% dei costi del programma e/o
che gli OdR sostengano costi per un ammontare non inferiore al 10% e non superiore al 30%.
L’aggregazione fra le imprese partecipanti e gli OdR deve essere formalizzata con apposito contratto, accordo e/o documentazione comprovante la costituzione di forme di associazione anche temporanea.
Progetti finanziabili Sono finanziabili progetti collaborativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, riferiti ad uno degli ambiti tecnologici e a una o più traiettorie tecnologiche prioritarie

Spese ammissibili Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:
i) spese di personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura in cui essi sono impiegati nelle attività di ricerca);
ii) costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto. Se gli strumenti e le attrezzature non sono utilizzati per tutto il loro ciclo di vita per il progetto, sono considerati ammissibili unicamente i costi di ammortamento corrispondenti alla durata del progetto, calcolati secondo principi contabili generalmente accettati;
iii) costi relativi agli immobili e ai terreni nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto. Per quanto riguarda gli immobili, sono considerati ammissibili unicamente i costi di ammortamento corrispondenti alla durata del progetto, calcolati secondo principi contabili generalmente accettati. Per quanto riguarda i terreni, sono ammissibili i costi delle cessioni a condizioni commerciali o le spese di capitale effettivamente sostenute;
iv) costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti, acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne a prezzi di mercato tramite una transazione effettuata alle normali condizioni di mercato e che non comporti elementi di collusione, nonché costi dei servizi di consulenza e di servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini dell’attività di ricerca;
v) spese generali, calcolate nella misura forfettaria del 15% del totale delle spese del personale;
vi) altri costi di esercizio: costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili all’attività di ricerca (materie prime, componenti, semilavorati, materiali commerciali e materiali di consumo specifici).

Limite inferiore di spesa: € 4.000.000,00