CCIAA Napoli: concessione di ausili per l’abbattimento dei tassi di interesse sui finanziamenti

Oggetto
Ausilio a fondo perduto alle MPMI della provincia di Napoli per l’abbattimento del tasso d’interesse sui finanziamenti finalizzati a favorire gli investimenti produttivi e la liquidità necessaria per la gestione aziendale in una fase economica di estrema criticità.
Procedura di selezione
Valutativa (a sportello)
Territorio di riferimento
Regione Campania – Provincia Napoli
Tempistica
Le domande possono essere presentate fino al 31/12/2020
Soggetti proponenti  
Possono presentare domanda le PMI aventi sede legale o unità operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Napoli.

 

Settori esclusi:

·         fabbricazione, lavorazione o distribuzione del tabacco;

·         attività che implichino l’utilizzo di animali vivi a fini scientifici e sperimentali;

·         pornografia, gioco d’azzardo, ricerca sulla clonazione umana;

·         attività di puro sviluppo immobiliare;

·         attività di natura puramente finanziaria (p. es. attività di trading di strumenti finanziari).
Progetti finanziabili
Sono finanziabili i progetti finalizzati a:

·         esigenze di liquidità;

·         consolidamento delle passività a breve;

·         investimenti produttivi.

Tipo di agevolazione: contributo a fondo perduto (abbattimento tasso d’interesse)

Intensità dell’agevolazione: l’entità dell’abbattimento del costo di ciascun finanziamento viene determinato nella misura di 3 punti percentuali del tasso di interesse effettivo

Importo massimo concedibile: € 5.000,00

Cumulabilità:

Gli aiuti sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili:

a)       con altri aiuti in regime “de minimis” fino al massimale “de minimis” pertinente;

b)      con aiuti in esenzione nel rispetto dei massimali previsti dal regolamento di esenzione applicabile.

Sono inoltre cumulabili con aiuti concessi ai sensi della Comunicazione della Commissione “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno

dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” del 19.03.2020.
Regime di aiuto Regime de minimis