Emilia Romagna: attività di promozione e informazione da gruppi di produttori sui mercati interni

Oggetto: Migliorare la competitività dei produttori primari integrandoli meglio nella filiera agroalimentare attraverso i regimi di qualità, la creazione di valore aggiunto per i prodotti agricoli, la promozione dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte, le associazioni e organizzazioni dei produttori e le organizzazioni interprofessionali.
Procedura di selezione: Valutativa a graduatoria.
Territorio di riferimento: Regione Emilia Romagna.
Tempistica: Le domande possono essere presentate fino al 16/10/2020.
Soggetti proponenti  
Possono presentare domanda:

a) le organizzazioni di produttori e le loro associazioni, riconosciute ai sensi della normativa comunitaria, nazionale e regionale;

b) le organizzazioni interprofessionali e le loro associazioni, riconosciute ai sensi della normativa comunitaria, nazionale e regionale;

c) i gruppi definiti all’articolo 3, comma 2, del Reg. (UE) n. 1151/2012, compresi i consorzi di tutela delle Dop, Igp o Stg, costituiti ai sensi dell’articolo 2602 del codice civile e riconosciuti dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali;

d) i gruppi di produttori, compresi i consorzi di tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei vini,

e) le associazioni di produttori agricoli costituite ai sensi della normativa nazionale;

f) le cooperative agricole e loro consorzi;

g) reti di imprese fra i soggetti di cui alle lettere a) e f), nonché gruppi o aggregazioni costituite in ATI o ATS o forme associate dotate di personalità giuridica fra i soggetti di cui alle lettere precedenti.

Le domande possono essere presentate anche da associazioni con sede legale al di fuori del territorio dell’Emilia Romagna, purché intendano favorire il tessuto economico emiliano-romagnolo e:

– associno almeno il 10% di imprese produttrici con sede in Emilia-Romagna inserite nel corrispondente sistema di controllo del regime di qualità, oppure

– rappresentino una quota di produzione ottenuta in Emilia-Romagna pari almeno al 10% della produzione certificata del corrispondente regime.

Ciascun soggetto può essere beneficiario di un unico progetto, in forma singola o associata.

I beneficiari del sostegno devono avere nella propria composizione sociale almeno il 50% dei soci inseriti nel sistema di controllo del regime oggetto della domanda di sostegno rispetto al totale dei produttori.

Tipo di agevolazione: contributo a fondo perduto.

Intensità dell’agevolazione: 70% della spesa ammissibile

Importo minimo concedibile: € 21.000

Importo massimo concedibile: € 84.000

Cumulabilità: tale aiuto non può essere cumulato con altri contributi pubblici a qualsiasi titolo disposti per la realizzazione della stessa iniziativa.
Regime di aiuto: Regime de minimis.