SviluppUmbria: contributi a fondo perduto per l’internazionalizzazione

Tempistica: Le domande possono essere presentate fino alle ore 13:00 del 29/11/2019

Procedura di selezione: valutativa (a sportello)
Territorio di riferimento: Regione Umbria
Oggetto: “Sviluppumbria” intende concedere contributi a fondo perduto per l’acquisizione di servizi di internazionalizzazione offerti da operatori specializzati (Soggetti Attuatori) che hanno proposto Progetti Strutturati di Promozione dell’Export, tramite missioni imprenditoriali all’estero e attività di incoming inseriti nel “Catalogo Regionale 2019-2020”.

Progetti finanziabili
Sono finanziabili i progetti di internazionalizzazione che comprendono missioni imprenditoriali all’estero e attività di incoming in Umbria, in favore delle PMI che intendono definire una strategia complessiva di promozione territoriale e/o settoriale.

Si precisa che il numero di soggetti destinatari necessari per l’attivazione di ciascun progetto presentato dovrà essere ricompreso tra un minimo di 4 ed un massimo di 15.

I progetti devono essere realizzati nel periodo compreso tra il 01/01/2020 e il 30/12/2020.

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione:

·        per le microimprese, piccole imprese e liberi professionisti, 70% delle spese ammissibili;

·        per le medie imprese, 50% delle spese ammissibili.

Gli importi di contributo ammesso dipendono dall’Area Geografica di destinazione della missione:

Importo massimo concedibile:

o   Europa (e area mediterranea)

–  € 2.700,00 per le microimprese, piccole imprese e liberi professionisti

–  € 2.000,00 per le medie imprese

o   Area Resto del Mondo

–  € 4.900,00 per le microimprese, piccole imprese e liberi professionisti

–  € 3.500,00 per le medie imprese

o   Umbria (per progetti incoming)

–  € 2.700,00 per le microimprese, piccole imprese e liberi professionisti

–  € 2.000,00 per le medie imprese

Regime di aiuto: de minimis