Finanza Agevolata Lazio: Contributi per il restauro e la digitalizzazione delle opere cinematografiche e audiovisive

Oggetto: Sostenere il restauro e la digitalizzazione di opere cinematografiche e audiovisive
Procedura di selezione: Valutativa (a graduatoria)
Territorio di riferimento: Regione Lazio
Tempistica: Le domande possono essere presentate entro le ore 12 del 15/04/2021

Soggetti proponenti – Possono presentare domanda:

a) le imprese di post-produzione di opere cinematografiche e/o audiovisive, con sede legale o operativa nella regione Lazio;

b) le cineteche con sede legale e domicilio fiscale in Italia.

Le imprese/società di post-produzione di cui alla lettera a) devono essere in possesso di classificazione ATECO J59.11 o J59.12 e avere un capitale sociale versato pari ad almeno € 40.000,00.

Ogni soggetto può presentare istanza di contributo per massimo 2 opere da restaurare e digitalizzare. Per ognuna delle opere è necessario presentare autonoma istanza di contributo

Progetti finanziabili: Viene finanziato il restauro e la digitalizzazione di cortometraggi o lungometraggi, in pellicola o altri supporti.

Requisiti dei progetti:

·        prevedono di concludersi entro e non oltre il 30/09/2021;

·        prevedono la digitalizzazione in modo da consentire la fruizione da parte delle persone con disabilità, anche mediante l’utilizzo di sottotitoli e strumenti di audiodescrizione.

Spese ammissibili – Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

a) operazioni relative al restauro dei materiali da digitalizzare, fra cui la pulizia e la riparazione del supporto;

b) scansione digitale;

c) eventuale trattamento di digital clean e color correction;

d) eventuale realizzazione di una copia in pellicola del materiale ovvero dell’opera digitalizzata, ai fini di una più efficace conservazione del materiale;

e) acquisto o noleggio di sistemi o spazi di memorizzazione, archiviazione e di gestione dei file del materiale digitalizzato.

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione: 80% delle spese ammissibili

Importo massimo concedibile:

–        Lungometraggi: € 40.000,00

–        Cortometraggi:  € 20.000,00

Cumulabilità: il contributo è cumulabile con altri aiuti pubblici.

Finanza Agevolata Lazio: Bando nuove imprese 2021

Oggetto: Supporto dei processi di creazione e avvio di una nuova attività d’impresa
Territorio di riferimento: Regione Lazio – Provincia Roma
Tempistica: Le domande possono essere presentate fino al 31/12/2021
Soggetti proponenti: Può presentare domanda chiunque intenda creare una nuova impresa a Roma o provincia

Soggetti esclusi:

a) gli aspiranti imprenditori che, entro 6 mesi dall’approvazione della domanda, non risultino iscritti al Registro delle Imprese della Camera e non in regola con la dichiarazione dell’attività esercitata;

b) gli aspiranti imprenditori che abbiano presentato più di una domanda di accesso all’iniziativa, anche presso diversi soggetti attuatori ovvero in tempi diversi ovvero per diverse nuove imprese da creare: in questo caso, vengono escluse tutte le domande successive alla prima;

c) gli aspiranti imprenditori la cui domanda sia stata approvata e che iscrivano al Registro delle Imprese della Camera un’impresa avente forma giuridica, compagine sociale o attività esercitata diversa dall’idea imprenditoriale approvata, salvo modifiche di carattere non sostanziale, che non alterino, comunque, i requisiti per accedere alla misura;

d) i candidati che presentino domanda di accesso all’iniziativa per un’impresa già iscritta al Registro delle Imprese della Camera ovvero ad un altro Registro delle Imprese al momento della presentazione della domanda stessa;

e) tutti quei soggetti che, a qualunque titolo, risultino già esercitare un’attività imprenditoriale, salvo il caso di costituzione di un nuovo consorzio di imprese o di una nuova rete di imprese.

Progetti finanziabili: Sostenere lo start up aziendale, abbattendone i costi ed incentivando la concretizzazione di idee imprenditoriali e la nascita di nuove realtà produttive, al fine di sostenere la competitività e lo sviluppo del tessuto economico tramite attività di assistenza tecnica per la creazione di impresa e start up.

Tipologia di agevolazione: abbattimento del costo del servizio di accompagnamento, al netto dell’IVA, da erogarsi a favore dell’aspirante imprenditore, fino ad un massimo di € 2.500,00

Il servizio di accompagnamento consiste in una serie di prestazioni di assistenza tecnica necessarie per la costituzione e l’avvio d’impresa, come richieste dal candidato al momento di presentazione della domanda. Si veda a riguardo l’Allegato 1 in calce alla Scheda Bando. Sono esclusi dal contributo i costi diretti relativi a iscrizioni o documentazioni o certificati da effettuare presso il Registro delle Imprese della Camera.

Il contributo viene riconosciuto all’impresa, solo dopo che la stessa risulti iscritta al Registro delle Imprese della Camera e in regola con la dichiarazione dell’attività esercitata, dietro presentazione della fattura emessa a carico dell’impresa medesima da parte del soggetto attuatore per il servizio erogato.

Il contributo viene versato, al netto della ritenuta del 4% secondo la normativa vigente, al soggetto attuatore delegato alla riscossione dello stesso da parte dell’impresa beneficiaria.

Finanza Agevolata Lazio – Sviluppo turistico

Oggetto: selezione di proposte progettuali da realizzare negli ambiti territoriali individuati nel citato Piano triennale, che abbiano come scopo la valorizzazione e promozione dei territori regionali.

Territorio di riferimento: Regione Lazio, suddivisa secondo quanto riportato del Piano turistico triennale in

• Tuscia e Maremma laziale
• Litorale del Lazio
• Valle del Tevere
• Sabina e Monti reatini
• Valle dell’Aniene e Monti Simbruini
• Castelli Romani
• Monti Lepini e Piana Pontina
• Ciociaria
• Roma Città Metropolitana.

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda Associazioni, Fondazioni o altri soggetti privati, singolarmente o riuniti in A.T.I., operanti nel campo del turismo, della cultura, della promozione web, dell’enogastronomia, dello sport, del commercio e dell’ambiente del territorio della Regione Lazio.

Requisiti:
• non avere in corso contenziosi con la Regione Lazio o Enti dipendenti;
• non essere soggetti a procedure di insolvenza al momento della concessione dell’aiuto;

non aver ottenuto o richiesto compensi per la realizzazione delle attività per le quali si chiede il finanziamento. Ciascun soggetto richiedente potrà presentare una sola proposta progettuale.

Progetti finanziabili
Sono finanziabili iniziative riguardanti l’organizzazione e la realizzazione di attività rivolte ad operatori di settore, giornalisti, blogger, influencer, ecc., che abbiano lo scopo di favorire la diffusione di un’offerta del prodotto turistico laziale diversificata e con particolare riguardo per le località meno conosciute presso l’utenza finale. Il fine è quello di diffondere presso gli operatori di settore nuove destinazioni turistiche della Regione

Le proposte potranno riguardare uno o più dei Cluster già individuati dal Piano turistico triennale che si riassumono di seguito:

• Turismo culturale identitario: arte, storia, cultura (siti archeologici, musei e luoghi della cultura, borghi, turismo religioso)
• Luoghi della memoria
• Turismo outdoor: cammini ed itinerari, sport, natura e montagna (rete dei cammini del Lazio R.C.L., percorsi, itinerari, ecoturismo, sport all’aria aperta, osservazione della natura)
• Salute, enogastronomia e turismo rurale: benessere (terme, wellness, salute).
Ciascuna proposta progettuale:
• deve prevedere nell’esecuzione delle attività progettuali l’impiego di Guide e Accompagnatori Turistici regolarmente iscritti negli appositi elenchi, destinandovi un budget pari almeno al 50% del totale costo del progetto;
• deve essere coerente con gli obiettivi di sviluppo degli ambiti territoriali e rispettare le linee guida previste dalla D.G.R. n. 16/2021 di seguito indicati:
– la realizzazione di iniziative ed attività di Educational, Press e Blog Tour, Fam Trip, per la promozione turistica della destinazione Lazio volte a far conoscere e scoprire prodotti e servizi offerti, nonché gli eventi legati alla creatività ed alla tradizione locale, nell’ottica della promozione e della commercializzazione dell’offerta turistica dei territori.
– la valorizzazione e la promozione del “luogo” per mantenerne e conservarne la memoria storica, valorizzando anche il cosiddetto “turismo di ritorno”, attraverso iniziative di animazione culturale nei borghi, castelli, palazzi nobiliari, ville storiche, centri storici, lungo i Cammini e le Vie consolari del Lazio, con l’ideazione di eventi e attività, anche di laboratorio, che valorizzino le risorse architettoniche, storico-archeologiche e i prodotti locali del territorio;
– avere i seguenti obiettivi specifici da perseguire:
a. permettere ai soggetti ospitati di familiarizzare con la “destinazione”, attraverso l’esperienza diretta ed il contatto con i partner e gli attori locali;
b. potenziare l’offerta di servizi turistici in co-marketing per l’ospitalità di buyers (tour operator ed agenti di viaggio), giornalisti di testate nazionali e/o internazionali del segmento turistico, opinion leader;
c. rafforzare l’offerta turistica soprattutto nel periodo di bassa stagionalità;
d. promuovere l’utilizzo Guide Turistiche e Accompagnatori turistici quale figura professionale indispensabile per favorire la conoscenza del territorio e delle sue risorse storiche, monumentali ed archeologiche.

Agevolazioni –  Contributo a fondo perduto contributo all’importo del costo complessivo ritenuto ammissibile:

• € 20.000,00: per progetti che riguardano un Ambito territoriale;
• € 40.000,00: per progetti che riguardano più di due Ambiti territoriali contigui.