Promuovere il sostegno di azioni volte a rafforzare i servizi per l’invecchiamento attivo, per tutelare e garantire il diritto alla qualità della vita della popolazione anziana, per valorizzare il ruolo della stessa nella comunità attraverso la partecipazione alla vita sociale, economica e culturale, nonché per facilitare percorsi di autonomia e di benessere fisico, mentale, sociale e prevenire i fenomeni di discriminazione basati sull’età

 

 

Soggetti beneficiari: ATS costituite/costituende finalizzate all’inclusione socio-sanitaria degli anziani,  formate almeno da 3 soggetti tra i seguenti (con la presenza obbligatoria di un Ente del Terzo settore nell’ATS):
– Enti del terzo settore, iscritti al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore;
– Cooperative sociali di tipo A e B;
– Imprese, associazioni, fondazioni.

Soggetti destinatari:  gli anziani in condizione di svantaggio e di particolare vulnerabilità e fragilità sociale, che presentano le seguenti caratteristiche e devono essere mantenuti per tutto il periodo di svolgimento del percorso:
a) aver compiuto i 65 anni di età;
b) vivere soli e nel proprio domicilio;
c) con un reddito ISEE in corso di validità pari o inferiore a 20.000,00 euro;
d) che non siano già destinatari di servizi a carattere socio-sanitario concessi per le medesime
attività;
e) essere residenti nella regione Lazio.
Non possono beneficiare del presente Avviso persone anziane con gravi limitazioni dell’autosufficienza e autonomia personale.

Progetti finanziabili: i progetti dovranno essere articolati su due livelli fondamentali che riguardano servizi tesi:
a) al mantenimento del livello culturale e sociale;
b) all’autonomia personale.

In particolare, i progetti per i quali si richiede il contributo, a titolo esemplificativo e non esaustivo, devono essere finalizzati all’attuazione di uno o più dei seguenti ambiti di intervento:
1) recupero psico-fisico, anche attraverso attività ludico-motorie, affinché la persona anziana
mantenga l’autosufficienza, con conseguente miglioramento della qualità della vita;
2) attività ricreativo-culturali in favore della popolazione anziana (es: organizzazione di feste, visite
guidate, soggiorni, etc);
3) promozione di attività lavorative ed artigianali come per esempio attività rivolte alla cura degli
orti urbani;
4) promozione di momenti di lettura individuali o collettivi per stimolare la memoria contro la
solitudine o come esperienza condivisa che faccia nascere un dialogo;
5) informazione e orientamento finalizzati all’acquisizione delle conoscenze inerenti i servizi socioassistenziali e sanitari promossi dal sistema integrato offerti sul territorio e le modalità per
entrare in contatto con le pubbliche amministrazioni erogatrici dei servizi, con conseguente
incremento della capacità di accesso ai servizi stessi (enti locali, A.S.L, etc);
6) assistenza domiciliare comprendente attività di cura personale, di supporto domestico, di stimolazione cognitiva e di socializzazione.

L’intervento deve obbligatoriamente prevedere al suo interno la realizzazione del punto 6 suindicato, al quale dovrà essere dedicato almeno il 30% del valore del progetto

Ciascun progetto dovrà essere articolato per gruppo di destinatari pari a 30 persone. I progetti devono essere articolati in fasi/azioni personalizzate ai bisogni individuali dei singoli e caratterizzati dalla dimensione innovativa.

Agevolazioni: contributo a fondo perduto fino a € 75.000,00

Scadenza: 18/04/2024

 

 

 

 

 

 

Per ricevere maggiori informazioni su questo bando, chiamaci al numero verde 800180616 o utilizza il form di Richiesta informazioni.

Unisciti al nostro Canale Telegram per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese!