Oggetto: valorizzare la competitività delle librerie indipendenti e delle piccole case editrici localizzate nel territorio regionale attraverso progetti di promozione e diffusione della lettura per grandi e piccoli e di attività di promozione di strumenti e risorse digitali e tecnologiche.

Soggetti beneficiari:
• imprese, liberi professionisti, associazioni o altre entità che esercitino regolarmente un’attività economica avente ad oggetto la vendita al dettaglio di libri (Categoria A);
• Micro o Piccole imprese autonome o liberi professionisti, associazioni o altre entità che esercitino regolarmente un’attività economica avente ad oggetto l’edizione di libri (Categoria B);
che alla data di pubblicazione del bando devono essere in possesso di tutti i seguenti requisiti:
a) possedere tutti i requisiti individuati nella definizione data nel bando per “librerie indipendenti” o “piccole case editrici”;
b) avere sede operativa nel territorio della Regione Lazio;
c) risultare regolarmente iscritti al Registro delle Imprese o, se non tenuti a tale iscrizione, essere titolari di una Partita I.V.A. attiva;
d) essere in regola con gli obblighi in materia di contribuzione previdenziale, fiscale, assicurativa;
e) essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti; non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, liquidazione volontaria, scioglimento, concordato preventivo ed ogni altra procedura concorsuale prevista dalla Legge Fallimentare e da altre leggi speciali, ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale; non avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni nei propri confronti; tale requisito non si applica ai liberi professionisti.

Progetti finanziabili:

CATEGORIA A – LIBRERIE INDIPENDENTI
1) Iniziative di promozione della lettura da svolgersi in forma digitale (attraverso piattaforme e/o in streaming) o in presenza nel rispetto delle disposizioni sul distanziamento interpersonale e sicurezza, quali a titolo di esempio:
a) presentazioni, letture, reading, iniziative culturali e attività di promozione;
b) appuntamenti musicali legati alla lettura e alla presentazione di libri, corsi, laboratori e workshop;
c) iniziative di coinvolgimento di scuole e università.
2) Progetti di digitalizzazione delle librerie e promozione alla lettura, anche attraverso l’utilizzo di software, sistemi, strumenti e risorse digitali e tecnologiche, quali a titolo esemplificativo:
a) sviluppo e/o manutenzione e/o implementazione di sistemi informatici per prenotazione e/o per l’acquisto on line, comprensivi della relativa consegna a domicilio;
b) corsi di formazione per web marketing;
c) acquisizione di strumenti tecnologici funzionali all’attuazione di un piano di smart working per i propri dipendenti;
d) sviluppo e/o manutenzione e/o implementazione di software e piattaforme per un catalogo on line per libri, presentazioni, strumenti e contenuti di comunicazione multidisciplinari e promozione della lettura (anche condiviso con altre librerie indipendenti);
e) acquisto licenze di utilizzo di tecnologie per l’utilizzo di software, sistemi, strumenti e risorse digitali e tecnologiche, sviluppo e/o accesso a piattaforme comuni;
f) servizi di consulenza specialistica finalizzati allo sviluppo e all’adozione di tecnologie I.C.T.
3) Adeguamento degli spazi e delle attività alle nuove esigenze legate al distanziamento interpersonale, ai requisiti igienico-sanitari compreso acquisto D.P.I., materiali e attrezzature preposte e alle modalità di svolgimento delle attività nonché a progetti per migliorare l’accessibilità.

CATEGORIA B – PICCOLE CASE EDITRICI
1) Iniziative di promozione della lettura (presentazioni, eventi, etc.) da svolgersi in forma digitale (attraverso piattaforme e/o in streaming) o in presenza nel rispetto delle disposizioni sul distanziamento interpersonale e sicurezza;
2) Progetti di digitalizzazione e promozione alla lettura delle piccole case editrici anche attraverso l’utilizzo di software, sistemi, strumenti e risorse digitali e tecnologiche, quali a titolo esemplificativo:
a) acquisto hardware e strumenti tecnologici (anche per lo smart working);
b) acquisto/sviluppo software;
c) acquisto corsi di formazione;
d) acquisto servizi di consulenza finalizzati allo sviluppo e all’adozione di tecnologie I.C.T.;
3) Altre iniziative di promozione, sviluppo, produzione quali, a titolo esemplificativo:
a. acquisto servizi di traduzione;
b. acquisto diritti di pubblicazione;
c. partecipazione a fiere nazionali e internazionali (a titolo esemplificativo affitto e allestimento spazio, vitto e alloggio, viaggi etc);
4) Adeguamento degli spazi e delle attività alle nuove esigenze legate al distanziamento interpersonale, ai requisiti igienico-sanitari compreso acquisto D.P.I., materiali e attrezzature preposte e alle modalità di svolgimento delle attività nonché a progetti per migliorare l’accessibilità.

Agevolazioni: contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese ammissibili.
A) LIBRERIE INDIPENDENTI:
Contributo di importo complessivo non superiore a € 10.500,00 così suddiviso:
1) non superiore ad € 5.000,00 (cinquemila/00): quale contributo condizionato allo svolgimento delle attività contenute nel progetto presentato e soggetto a rendicontazione;
2) € 2.500,00 (duemilacinquecento/00): quale contributo non soggetto a rendicontazione spettante esclusivamente alle librerie indipendenti che abbiano subito un calo di fatturato nell’esercizio 2020 pari almeno al 30% rispetto al fatturato conseguito nell’esercizio 2019, come risultante dal raffronto tra il Bilancio o rendiconto di verifica o depositato chiuso al 31/12/2020 o dichiarazione I.V.A. del 2020 e dal bilancio 2019 approvato e depositato presso la Camera di Commercio (se soggette all’obbligo di deposito) oppure dal bilancio dell’esercizio 2019 chiuso (se non soggette all’obbligo di deposito) o dichiarazione I.V.A. del 2019;
3) € 2.500,00 (duemilacinquecento/00: quale contributo non soggetto a rendicontazione spettante esclusivamente alle librerie indipendenti che esercitino anche (con la stessa ragione sociale) l’attività di piccola casa editrice per lo svolgimento delle attività previste per la categoria B); è altresì necessario che sussistano i requisiti per la categoria B);
4) € 500,00: quale premialità in favore delle librerie indipendenti che organizzino iniziative di promozione della lettura legate all’anniversario dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (es. presentazioni, letture, reading, iniziative culturali e attività di promozione; appuntamenti musicali legati alla lettura e alla presentazione di libri, corsi, laboratori e workshop; iniziative di coinvolgimento di scuole e università) da svolgersi in forma digitale (attraverso piattaforme e/o in streaming) o in presenza nel rispetto delle disposizioni sul distanziamento interpersonale e sicurezza.
B) PICCOLE CASE EDITRICI:
Contributo di importo complessivo non superiore a € 10.500,00 così suddiviso:
1) non superiore ad € 5.000,00: quale contributo condizionato allo svolgimento delle attività contenute nel progetto presentato e soggetto a rendicontazione;
2) € 2.500,00: quale contributo non soggetto a rendicontazione e spettante esclusivamente alle piccole case editrici che abbiano subito un calo di fatturato nell’esercizio 2020 pari almeno al 30% rispetto al fatturato conseguito nell’esercizio 2019, come risultante dal raffronto tra il Bilancio o rendiconto di verifica o depositato chiuso al 31/12/2020 o dichiarazione I.V.A. del 2020 e dal bilancio 2019 approvato e depositato presso la Camera di Commercio (se soggette all’obbligo di deposito) oppure dal bilancio dell’esercizio 2019 chiuso (se non soggette all’obbligo di deposito) o dichiarazione I.V.A. del 2019;
3) € 2.500,00: quale contributo non soggetto a rendicontazione e spettante esclusivamente alle piccole case editrici che esercitino anche (con la stessa ragione sociale) l’attività di libreria indipendente per lo svolgimento delle attività previste dalla categoria A); è altresì necessario che sussistano i requisiti per la Categoria A);
4) € 500,00: quale premialità in favore delle piccole case editrici che organizzino in collaborazione o presso librerie indipendenti del Lazio iniziative di promozione della lettura in forma digitale (attraverso piattaforme e/o in streaming) o da svolgersi in presenza nel rispetto delle disposizioni del distanziamento interpersonale (es: presentazioni, letture, reading, iniziative culturali e attività di promozione; appuntamenti musicali legati alla lettura e alla presentazione di libri, corsi, laboratori e workshop; iniziative di coinvolgimento di scuole e università). Nella predetta ipotesi la libreria indipendente (in collaborazione o presso la quale si è svolto l’evento) non deve chiedere il contributo per il medesimo evento e la casa editrice non è tenuta a portare in rendicontazione le spese sostenute per la realizzazione del suddetto evento, fermo restando che deve allegare alla Relazione finale documentazione idonea a comprovare l’effettiva realizzazione dell’evento.

Tempistica: le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del 06/06/2021 fino alle ore 24:00 del 06/07/2021.