Regione Lazio, bando per servizi di consulenza alle aziende agricole

Oggetto: Promuovere l’impiego di servizi di consulenza da parte degli agricoltori, ivi compresi i giovani agricoltori che si insediano la prima volta, per migliorare la gestione sostenibile e la performance economica e ambientale dell’azienda e dell’impresa.

Procedura di selezione: Valutativa (A graduatoria)

Territorio di riferimento: Regione Lazio

Tempistica: Le domande devono essere presentate entro il 12/04/2021

Soggetti proponenti  
Possono presentare domanda:

·         Organismi pubblici o privati riconosciuti ai sensi del D.M. 3/02/2016 “Istituzione del sistema di consulenza aziendale in agricoltura”. Tale condizione deve essere soddisfatta al momento dell’emissione del Provvedimento di concessione

·         i liberi professionisti iscritti agli ordini e ai collegi professionali per i rispettivi ambiti di consulenza

Non è prevista l’adesione di beneficiari in forme associative temporanee (A.T.I. o A.T.S.).

Soggetti destinatari
I destinatari dell’attività di consulenza sono le aziende/imprese agricole attive nella produzione primaria di cui all’art. 2135 del Codice Civile, iscritti alla CCIAA ed in possesso di partita IVA in campo agricolo (codice ATECO 01).

L’azienda agricola destinataria del servizio di consulenza deve avere il centro aziendale principale oppure almeno il 51% della superficie agricola utilizzata (SAU) come indicata nel fascicolo aziendale, nel territorio della Regione Lazio. Per l’individuazione del centro aziendale si fa riferimento agli edifici rurali indicati nel fascicolo aziendale, ai dati ed alle informazioni desumibili dalla CCIAA.

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione: 100% delle spese ammissibili