Regione Lazio | Sostegno agli investimenti per gli ecosistemi forestali

Oggetto : Sostenere investimenti finalizzati all’adempimento di impegni a scopi ambientali, all’offerta di servizi ecosistemici e/o alla valorizzazione in termini di pubblica utilità delle aree forestali o al rafforzamento della capacità degli ecosistemi di mitigare i cambiamenti climatici, compresa una corretta gestione degli ecosistemi forestali intervenendo sia sulle aree di pregio naturale quali: boschi, aree protette, parchi e Siti Natura 2000, sia sul patrimonio storico-culturale ed architettonico regionale. Tale dinamica oltre a promuovere l’attrattività del territorio è in grado di creare un supporto alla diversificazione dell’economia rurale migliorando conseguentemente la qualità della vita e i livelli di occupazione nelle aree agricole e forestali.

Procedura di selezione : Valutativa (a graduatoria)

Territorio di riferimento: Regione Lazio

Tempistica: Le domande possono essere presentate fino alle ore 23.59 del giorno 01/03/2021.

Soggetti proponenti  
Possono presentare domanda:

v  Soggetti pubblici proprietari o gestori di superfici boscate e loro consorzi;

v  Soggetti privati proprietari o gestori di superfici boscate e loro consorzi;

v  Enti di diritto privato o persone fisiche.

Requisiti:

– iscrizione all’anagrafe delle aziende e costituzione del fascicolo aziendale;

– gli interventi devono essere realizzati su superfici della Regione Lazio;

– attivare investimenti che prevedono al massimo 2 tipologie di intervento;

– il sotto-intervento non potrà essere attivato come unico intervento. Lo stesso, dovrà essere attivato in aggiunta ad una o due tipologie di intervento;

– per i soggetti pubblici il livello della progettazione dovrà essere almeno quello di “progetto di fattibilità tecnica ed economica”;

– essere proprietari o avere titolo a disporre delle superfici ove si realizzerà l’intervento per una durata residua, a decorrere dal momento della presentazione della domanda di sostegno, pari ad almeno 7 anni;

– le superfici oggetto di intervento devono essere dotate degli strumenti di pianificazione forestale;

– i soggetti privati, proprietari o gestori di superfici boscate (privati singoli o associati – persone fisiche e/o giuridiche – consorzi di privati, consorzi misti privato/pubblici) dovranno avere titolo a disporre di una superficie boscata minima pari a 10 ettari in un unico corpo;

– dimostrare, per gli interventi programmati, la coerenza con gli strumenti di pianificazione forestale.

– possedere il requisito di immediata cantierabilità.

Spese ammissibili
Le spese ammissibili dal finanziamento sono:

·         lavori di miglioramento e riconversione delle superfici agroforestali

·         l’acquisto di attrezzature e/o di altre dotazioni previste dagli interventi

·         le “spese generali”.

Limiti di spesa:

–          Minimo: € 30.000,00

–          Massimo: € 100.000,00

Tipo di contributo: Contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione:

·         Ente pubblico: 100%

·         Ente privato: 80%

·         Per le tipologie di intervento 1.a, 2.a, 2.b: 60% per settore pubblico e privato.

Cumulabilità: No. Gli aiuti concessi non sono cumulabili con altri aiuti di Stato per cui non sono ammissibili le spese relative ad una operazione rispetto alla quale il soggetto richiedente abbia già fruito, per le stesse spese, di una misura di sostegno finanziario regionale, nazionale o comunitario.
Regime di aiuto: Regime de minimis