Sostegno alle librerie indipendenti del Lazio

Tempistica: Le domande possono essere presentate dal 1/06/2020 al 1/07/2020
Territorio di riferimento:Regione Lazio
Oggetto:Valorizzare la competitività delle librerie indipendenti attraverso progetti di promozione e diffusione della lettura per grandi e piccoli
Soggetti beneficiari:Possono presentare domanda librerie indipendenti che siano:

·        localizzate nel territorio della Regione Lazio;

·        nella disponibilità dell’impresa in base ad idoneo ed efficace titolo di disponibilità;

·        risultare iscritti al Registro delle Imprese o, se non tenuti a tale iscrizione, devono risultare titolari di una Partita I.V.A. attiva.

Per “Libreria Indipendente” si intende un esercizio specializzato nella vendita al dettaglio di libri, che non abbia più di quattro punti vendita al dettaglio, il cui fatturato complessivo non superi € 2.000.000,00 e che:

a) per librerie situate nel territorio di Roma Capitale: abbia un fatturato derivante dalla vendita dei libri nuovi che sia pari ad almeno € 20.000,00 e ad almeno il 60% del fatturato derivante dalla vendita complessiva di prodotti (escluso quindi, a titolo esemplificativo, il fatturato derivante da servizi come organizzazione di workshop, feste, eventi etc);

b) per librerie situate fuori dal territorio di Roma Capitale: abbia un fatturato derivante dalla vendita dei libri nuovi che sia pari ad almeno € 20.000,00 e ad

almeno 50% del fatturato derivante dalla vendita complessiva di prodotti (escluso quindi, a titolo esemplificativo, il fatturato derivante da servizi come organizzazione di workshop, feste, eventi etc).
Progetti finanziabili:E’ finanziabile una o più attività ricomprese tra le seguenti:

1) iniziative di promozione della lettura, da svolgersi esclusivamente in forma digitale (attraverso piattaforme e/o in streaming), come meglio descritto nel prosieguo, quali a titolo di esempio:

a) presentazioni, letture, reading, iniziative culturali e attività di promozione;

b) appuntamenti musicali legati alla lettura e alla presentazione di libri, corsi, laboratori e workshop;

c) iniziative di coinvolgimento di scuole e università.

Si precisa che nella programmazione degli eventi deve essere garantito un equilibrio in termini di rappresentanza di genere.

2) progetti di promozione alla lettura e digitalizzazione delle librerie anche attraverso l’utilizzo di software, sistemi, strumenti e risorse digitali e tecnologiche, quali a titolo esemplificativo:

a) sviluppo e/o manutenzione e/o implementazione di sistemi informatici per

prenotazione acquisti e/o per l’acquisto on line, comprensivi della relativa consegna a domicilio;

b) acquisizione di mezzi di trasporto da adibire alla consegna a domicilio, che siano idonei ed ecologici (es. monopattino, bici);

c) corsi di formazione per web marketing;

d) acquisizione di strumenti tecnologici funzionali all’attuazione di un piano di smart working per i propri dipendenti;

e) sviluppo e/o manutenzione e/o implementazione di piattaforme per un catalogo on line per libri, presentazioni, strumenti e contenuti di comunicazione multidisciplinari e promozione della lettura (anche condiviso con altre librerie indipendenti);

f) sviluppo e/o licenze di utilizzo di tecnologie per l’utilizzo di software, sistemi, strumenti e risorse digitali e tecnologiche, sviluppo e/o accesso a piattaforme comuni;

g) servizi di consulenza specialistica finalizzati allo sviluppo e all’adozione di tecnologie I.C.T.

 

3) adeguamento degli spazi e delle attività alle nuove esigenze legate al distanziamento sociale, ai requisiti igienico-sanitari e alle modalità di svolgimento delle attività, compresi gli acquisti di DPI, materiali e attrezzature preposte.

Tutte le attività e le iniziative devono essere eseguite entro il 31/10/2020.

Retroattività:Si.  Sono ammissibili le spese sostenute successivamente alla data del 8/03/2020 e fino al 31/10/2020.

Tipologia di agevolazione:Contributo a fondo perduto
Intensità dell’agevolazione:100%