Produzione cinematografica e audiovisiva: contributi a fondo perduto

La Regione Lazio vuole sostenere, la produzione di opere cinematografiche e/o audiovisive italiane, europee e straniere, attraverso sovvenzioni a fondo perduto.

L’istanza di sovvenzione può essere presentata esclusivamente dai seguenti soggetti:

  • imprese;
  • società di persone o di capitali che esercitano l’attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi (codice ATECO J 59.11) o attività di post-produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi (codice ATECO J 59.12), o altro codice di analogo settore previsto per il Registro delle imprese dello Stato di residenza estero.

Le sovvenzioni sono concesse a valere su opere audiovisive, incluse quelle cinematografiche:

  1. riconosciute come “prodotto culturale”, sulla base del test di eleggibilità culturale indicato dal presente avviso;
  2. realizzate in tutto o in parte sul territorio della Regione Lazio;
  3. le cui riprese (per le opere di animazione: lavorazioni) siano iniziate a partire dal 1° gennaio 2020 e siano terminate entro il 31 dicembre 2021;
  4. presentate in numero complessivo non superiore a 2 dalla stessa società di produzione (comprese le opere realizzate in coproduzione con altre impresa/società);
  5. di costo complessivo, per singola opera, non inferiore a € 30.000 per i documentari e per i cortometraggi e a € 500.000 per i lungometraggi;
  6. i cui materiali artistici siano scritti in lingua italiana, ovvero siano corredati da traduzione asseverata ovvero da traduzione e dichiarazione sostitutiva di atto notorio, dal produttore italiano che attesti la sua conformità all’atto originario in italiano;
  7. per i film lungometraggi con primario sfruttamento cinematografico:
  8. che abbiano presentato alla Direzione generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura la richiesta di nulla osta alla proiezione in pubblico (cosiddetto ex “visto censura”);

Spese eleggibili:

  • spese di produzione “sopra la linea” (costi di produzioni legati al soggetto e sceneggiatura, direzione, attori principali (gli attori che hanno effettuato un numero di pose superiore a 20) e “sotto la linea” (spese risultanti dalla differenza tra il costo complessivo di produzione e le spese di produzione “sopra la linea”, le spese generali e la producer fee) sostenute nel territorio regionale e pagate entro il 31 ottobre 2022, inclusi gli eventuali costi sostenuti dai coproduttori o dai produttori esecutivi, purché facenti parte del costo complessivo di produzione dell’opera secondo il modello predisposto dall’Amministrazione regionale.

Sono da considerarsi spese di produzione eleggibili ai fini del calcolo delle sovvenzioni anche:

  1. le spese relative all’impiego di troupe di operatori residenti nella Regione Lazio;
  2. le spese relative a mezzi tecnici messi a disposizione da imprese/società aventi sede legale nella Regione Lazio, per riprese effettuate fuori Regione;
  3. le spese generali sostenute nella Regione Lazio, fino ad un massimo del 7,5 per cento del costo complessivo di produzione.

Lentità della sovvenzione per ciascuna opera è determinata nella misura del 13% delle spese eleggibili.
L’importo complessivo delle sovvenzioni concedibili per ogni impresa/società di produzione, indipendentemente dal numero di opere ammesse a sovvenzione, non può in ogni caso superare i € 500.000

Le domande possono essere presentate entro le ore 12:00 del 19/07/2022

 

 

 

 

 

 

Per ricevere maggiori informazioni su questo bando, chiamaci al numero verde 800180616 o utilizza il form di Richiesta informazioni.

Unisciti al nostro Canale Telegram per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese!