Emergenza Coronavirus: stanziati 50 milioni di euro

Fondo PMI con garanzia gratuita, ma solo per 12 mesi e solo negli 11 comuni della vecchia zona rossa: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione DAdda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e  Vo’.  Inoltre,  si sta valutando un ampliamento del perimetro della misura che potrebbe essere allargata a zone limitrofe e a filiere particolarmente penalizzate dagli eventi di questi giorni.

Il decreto ministeriale del 1° marzo 2020  interviene  sul  tema  dei  finanziamenti  dedicati alle piccole e medie imprese nell’aria  più colpita dal Coronavirus  e  istituisce un regime speciale per un periodo di 12 mesi  (fino al 02/03/2021) a beneficio delle PMI,  incluse quelle del settore agroalimentare  che abbiano  sede o anche solo unità locali ubicate nei territori della zona rossa in Lombardia e Veneto.
Per queste imprese la garanzia del Fondo dedicato alle PMI sarà concessa a titolo gratuito e con priorità sugli  altri investimenti,  per un importo massimo garantito per singola impresa di 1,5 milioni di euro.

Per gli interventi di garanzia diretta la percentuale massima di copertura sarà pari all’80% dell’ammontare di ciascuna operazione di finanziamento.  Per gli interventi di riassicurazione la percentuale massima di copertura, invece, sarà pari al 90% dell’importo garantito dal Confidi o da un altro fondo di garanzia, a condizione che le garanzie  da questi  rilasciate  non superino  la percentuale massima di copertura dell’80%.

Questo intervento potrà essere esteso, attraverso un successivo decreto ministeriale, anche a piccole e medie imprese non collocate nella zona rossa. C’è da considerare, a questo proposito, che il decreto del 01/03/2020 ha individuato come zone di emergenza tre Regioni:  Veneto,  Lombardia  ed  Emilia Romagna.

Andrà,  dunque, valutato l’impatto economico anche nelle aree limitrofe alla zona rossa e, allo stesso modo, l’appartenenza delle imprese a filiere particolarmente colpite dall’emergenza in corso.

In totale, il provvedimento prevede che, per puntellare il Fondo di garanzia PMI, siano messi a disposizione 50 milioni di euro per il solo 2020.

Fonte:IlSole24Ore