Aggiornamento contenuti a seguito delle disposizioni regionali del 27/03/2020

Tempistica: Le domande possono essere presentate fino a esaurimento delle risorse

Procedura di selezione:  valutativa
Territorio di riferimento: Regione Lombardia
Oggetto:
Favorire l’accesso al credito delle imprese agricole.
Soggetti proponenti:
Possono presentare domanda le imprese che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli.

Requisiti:

·         avere sede operativa nel territorio lombardo come risultante da visura camerale;

·         essere iscritte al registro delle imprese della C.C.I.A.A. alla sezione speciale “impresa agricola” o alla sezione “coltivatore diretto”;

·         aver attivato il Fascicolo Aziendale informatizzato nel Sistema Informatico delle Conoscenze della Regione Lombardia (SISCO).
Progetti finanziabili
L’agevolazione consiste nell’erogazione di contributi in conto interessi a fronte di Finanziamenti, concessi dagli Istituti proponenti ai soggetti beneficiari, e finalizzati a sostenere il  fabbisogno finanziario  che il beneficiario può destinare alla creazione di liquidità necessaria al funzionamento dell’impresa.

 

Soglie minime/massime di ammissibilità e durata del Finanziamento:

L’importo minimo del Finanziamento concesso dall’Istituto Proponente ammissibile al contributo è stabilito in € 50.000,00 euro ed in massimo 150.000,00 euro anche in presenza di un finanziamento di importo  superiore concesso  dall’Istituto Proponente.

Dotazione finanziaria:  € 5.500.000,00

Caratteristiche dell’agevolazione:

·         L’agevolazione è concessa nella forma di un contributo in conto interessi, determinato sull’importo del finanziamento ammesso all’agevolazione, quale quota parte degli interessi posta a carico del Fondo.

·         Per i Soggetti Beneficiari aventi terreni ubicati nei comuni dichiarati colpiti da calamità naturale (a tal proposito si richiama all’Allegato 1 in calce la presente Scheda Bando) e che abbiano dichiarato il possesso di tale requisito nel modulo di Domanda, il contributo è pari a  400 bps per anno.

·         La determinazione del contributo avviene sulla base di un piano di ammortamento a rate costanti dicapitale con periodicità semestrale attualizzato al tasso di riferimento europeo.

·         Il contributo in conto interessi è riconosciuto per una durata non inferiore a 24 mesi e una durata massima di 60 mesi, comprensiva dell’eventuale periodo di preammortamento (della durata massima  di 12 mesi). Nell’ipotesi in cui la durata dei contratti di  finanziamento risulti superiore a quella  massima ammissibile, il contributo medesimo viene determinato sulla base di piani di ammortamento sviluppati (rate costanti di capitale con periodicità semestrale) per le durate massime consentite; in tale ipotesi, la parte residua dell’ammortamento  non assistita dal Contributo resta regolata a tasso contrattuale.

·         Le operazioni di finanziamento  sono stipulate al tasso di interesse pari a:  euribor 3/6 mesi pro-tempore per operazioni a tasso variabile;  IRS vigente, in funzione della durata del finanziamento,  per operazioni a tasso fisso, maggiorato di uno spread alle migliori condizioni del mercato.

·         Elevato il contributo a seguito dell’emergenza COVID–19:  un contributo  pari a 400 basis point a tutte le imprese che presenteranno  domanda dopo il 27/03/2020. Si precisa che l’aumento del contributo da  200  a  400  basis  point  per anno  resterà  in vigore  sino al termine dell’emergenza COVID – 19  su tutto il territorio regionale e sino all’emanazione di un successivo atto.
Regime di aiuto: de minimis