Tempistica: Le domande possono essere presentate dal 18/03/2020 fino alle ore 24:00  del 15/05/2020

Procedura di selezione:  valutativa (a graduatoria)
Territorio di riferimento: Regione Lombardia – Aree svantaggiate di montagna
Oggetto
Contrastare l’abbandono delle superfici agricole di montagna e favorire il mantenimento dell’agricoltura, contribuendo alla protezione dell’ambiente e all’adattamento ai cambiamenti climatici.
Soggetti proponenti
Possono presentare domanda gli agricoltori.

Requisiti:

·         essere attivi;

·         operare nei seguenti sistemi agricoli: zootecnico estensivo e/o non zootecnico con colture foraggere, seminativi, viticoltura specializzata, frutticoltura specializzata;

·         dimostrare la disponibilità dei terreni per i quali si richiede l’agevolazione fino al 31/12/2020 (fanno eccezione i terreni a pascolo per i quali la disponibilità deve essere dimostrata almeno fino al 30/09/2020 e comunque fino al momento della demonticazione del bestiame).
Progetti finanziabili
L’agevolazione è finalizzata a risarcire gli agricoltori dei maggiori costi di produzione (e minori ricavi) causati dagli svantaggi naturali e strutturali delle zone in cui operano, contribuendo a mantenere sul territorio montano le piccole e le medie imprese agricole e assicurando un’integrazione del loro reddito e una maggiore sostenibilità economica.

Dotazione finanziaria:  € 18.000.000,00

Tipologia di agevolazione:  indennità (premio annuale per ettaro di superficie condotta)

Importo massimo concedibile:

·         232 €/ha per i pascoli;

·         436 €/ha per i prati permanenti;

·         174 €/ha per i prati avvicendati;

·         261 €/ha per i vigneti non terrazzati, frutteti, oliveti e castagneti;

·         653 €/ha per i vigneti terrazzati.