Tempistica: Le domande possono essere presentate fino alle ore 12:00 del 10/07/2020

Procedura di selezione:  valutativa (a graduatoria)
Territorio di riferimento: Regione Lombardia
Oggetto:
Favorire l’accesso di giovani agricoltori qualificati nel settore agricolo e il ricambio generazionale.
Soggetti proponenti:
Possono presentare domanda i giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di:

a)      titolare di una impresa individuale,

b)      rappresentante legale di una società agricola di persone, di capitali o cooperativa.

Il  primo insediamento deve avvenire in un’impresa o in una società di cui alle precedenti lettere a) e b) che abbia nel territorio della regione Lombardia:

·         il centro aziendale, se esistente, costituito dagli edifici rurali indicati nel fascicolo aziendale;

·         almeno il 50 % della superficie agricola utilizzata (SAU) aziendale.‹‡

Requisiti:

·         essere giovani agricoltori di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti;

·         avere iniziato l’insediamento per la prima volta in un’azienda agricola non più di 24 mesi prima della data di presentazione della domanda;

·         condurre un’azienda agricola con una dimensione economica, in termini di Produzione Standard, compresa tra:

a)      € 12.000,00 e € 200.000,00 nel caso di azienda agricola ubicata in “Zona svantaggiata di montagna”;

b)      € 18.000,00 e € 200.000,00 nel caso di azienda agricola ubicata in “Altre zone – Zone non svantaggiate”;

·         risultare agricoltori in attività entro 18 mesi dalla data di inizio del primo insediamento;

·         possedere un’adeguata conoscenza e competenza professionale, che si intendono acquisite dai soggetti che, in alternativa, abbiano:

a)      conseguito un titolo di studio di livello universitario o di scuola superiore secondaria in campo agrario, veterinario o in scienze naturali;

b)      esercitato l’attività agricola, per almeno 2 anni, come coadiuvante familiare o lavoratore agricolo, attestata dal versamento dei contributi agricoli dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale;

·         possedere l’attestato della qualifica di imprenditore agricolo professionale (IAP), anche sotto condizione, rilasciato dall’Amministrazione competente.

Sono esclusi:

·         soggetti che alla data di presentazione della domanda hanno attivato una partita IVA in campo agricolo da oltre 24 mesi;

·         soggetti che hanno già beneficiato di un sostegno comunitario o nazionale per l’insediamento dei giovani agricoltori;

·         soggetti che sono stati o sono titolari di un’altra impresa agricola individuale, la cui partita IVA è stata attivata;

·         soggetti che sono stati o sono rappresentanti legali di un’altra società agricola di persone, capitali o cooperativa, la cui partita IVA è stata attivata.

Dotazione finanziaria:   € 4.500.000,00

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto (premio)

Importo concedibile:

·         € 30.000,00 nelle zone svantaggiate di montagna;

·         € 20.000,00 nelle zone non svantaggiate.