Area di crisi “distretto delle pelli Fermano-Maceratese”: nuove iniziative imprenditoriali

Oggetto : Rilancio delle attività industriali, alla salvaguardia dei livelli occupazionali, al sostegno dei programmi di investimento e sviluppo imprenditoriale nel territorio dei Comuni appartenenti all’area di crisi industriale complessa del Distretto delle Pelli-Calzature Fermano-Maceratese.

Procedura di selezione : Valutativa a graduatoria.

Territorio di riferimento. Comuni nella zona del Fermano-Maceratese

Tempistica: Le domande possono essere presentate fino al 13/03/2021

Soggetti proponenti  
Possono presentare domanda le imprese già costituite in forma di società di capitali, le società cooperative e le società consortili.  Sono altresì ammesse le reti di imprese, costituite da un minimo di 3 ed un massimo di 6 imprese, mediante il ricorso allo strumento del contratto di rete.

Progetti finanziabili
Sono finanziabili iniziative imprenditoriali aventi le seguenti caratteristiche:

a. devono prevedere la realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione e, previa verifica della compatibilità delle fonti finanziarie previste, da progetti per la formazione del personale;

b. devono comportare un incremento degli addetti dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento. Nel caso di domande presentate da reti di impresa l’incremento occupazionale dovrà essere garantito da ciascuna impresa partecipante alla rete.

I soggetti beneficiari, si impegnano a concludere, entro il dodicesimo mese successivo alla data di ultimazione del programma di investimento, il programma occupazionale proposto.

Tipo di agevolazione: contributo in conto impianti. Eventuale contributo diretto alla spesa e finanziamento agevolato.

Intensità dell’agevolazione:

·         Il finanziamento agevolato concedibile è compreso tra il 30% ed il 50% degli investimenti ammissibili.

·         Il contributo in conto impianti e l’eventuale contributo diretto alla spesa sono complessivamente di importo non inferiore al 3% della spesa ammissibile.

Il loro importo complessivo massimo è determinato, in relazione all’ammontare del finanziamento agevolato, nei limiti delle intensità massime di aiuto previste dal Regolamento GBER.

Per le grandi imprese

Le grandi imprese possono chiedere che i programmi di investimento produttivo siano agevolati alle condizioni ed entro i limiti previsti dal Reg. de minimis”. In tal caso, le agevolazioni sono concesse nella sola forma del finanziamento agevolato di importo massimo pari al 55% degli investimenti ammissibili.

Regime di aiuto: In esenzione.  Regime de minimis (vedi sopra, solo per grandi imprese).