Tempistica: Le domande possono essere presentate fino alle ore 13.00 del 30/04/2020 (proroga avvenuta in data 12/03/2020)

Procedura di selezione: valutativa
Territorio di riferimento: Regione Marche – Area cratere sismico

Oggetto:

Favorire lo sviluppo complessivo di uno o più settori produttivi attraverso l’apporto organizzativo degli imprenditori e degli altri rappresentanti del mondo agricolo più impegnati negli ambiti territoriali del cratere sismico.

Soggetti proponenti
Raggruppamenti di PMI che operano nel settore della produzione e/o della trasformazione e/o della commercializzazione dei prodotti agricoli, come prodotti in ingresso del processo di trasformazione.

I soggetti richiedenti, dunque, sono:

·         Soggetto Promotore

Soggetto che assume il ruolo di rappresentante per tutti gli operatori della filiera sulla base del contratto di filiera, e che deve presentare i seguenti requisiti:

–  essere iscritto alla CCIAA con sede operativa nella Regione Marche;

– deve raggruppare esclusivamente imprese che prevedono tra le attività dichiarate alla CCIAA, anche quella agricola;

·         Partecipanti alla filiera

Possono sottoscrivere il contratto di Filiera Agroalimentare:

– imprenditori agricoli, singoli o associati;

– associazioni di produttori;

– imprese di lavorazione, trasformazione e commercializzazione del settore agroalimentare;

– imprese commerciali di prodotti agroalimentari.

Dotazione finanziaria:  € 8.100.000,00 ripartita come segue

·         € 300.000,00 Sottomisura 1.1.A

·         € 500.000,00 Sottomisura 1.2.A

·         € 200.000,00 Sottomisura 3.1

·         € 1.200.000,00 Sottomisura 3.2

·         € 1.500.000,00 Sottomisura 4.1

·         € 2.000.000,00 Sottomisura 4.2.A e B.

·         € 1.600.000,00 Sottomisura 6.4.A azione 5

·         € 800.000,00 Sottomisura 16.2

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Entità del contributo e importo concedibile:

i massimali per progetto sono stabili dai singoli bandi delle specifiche misure. Per l’intera filiera il contributo complessivo non può superare il 40% del fatturato cumulativo delle tre annualità previste da progetto integrato di filiera (PIF).

Per progetti di filiera il cui fatturato cumulativo di 3 anni non raggiungere € 200.000,00 non è ammesso alcun contributo.
Regime di aiuto: Reg. (Ue) n. 1305/2013