ANPAL | Fondo Nuove Competenze

Aggiornamento termini di presentazione della domanda: 30/06/2021

Oggetto : Permettere alle imprese di realizzare specifiche intese di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’azienda, in base alle quali una parte dell’orario di lavoro viene usata per percorsi formativi.

Procedura di selezione : Valutativa (a sportello)

Territorio di riferimento: Territorio Nazionale

Tempistica: Le domande possono essere presentate fino ad esaurimento delle risorse

Soggetti proponenti  
Possono presentare domanda tutti i datori di lavoro privati che abbiano stipulato entro il 30/06/2021 gli accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro.

L’istanza può essere per singola azienda o cumulativa:

–          nel caso di gruppi societari, l’istanza può essere presentata dalla capogruppo anche per conto delle società controllate;

–          nel caso in cui le imprese accedano al FNC per il tramite di avvisi su conto sistema di un Fondo Paritetico Interprofessionale o tramite il Fondo per la formazione e il sostegno al reddito dei lavoratori, l’istanza può essere presentata dal Fondo in nome e per conto delle imprese aderenti

Soggetti destinatari
Sono soggetti destinatari i lavoratori dipendenti occupati nelle imprese ammesse a beneficiare dei contributi finanziari del FNC o in somministrazione, per i quali è ridotto l’orario di lavoro a fronte della partecipazione a percorsi di sviluppo delle competenze, previsti dall’accordo collettivo

Tipo di agevolazione: rimborso del costo, comprensivo dei contributi previdenziali e assistenziali, delle ore di lavoro in riduzione destinate alla frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze da parte dei lavoratori.

Importo massimo concedibile: l’importo del finanziamento da riconoscere al datore di lavoro, distinto tra il costo delle ore di formazione e i relativi contributi previdenziali e assistenziali, sarà determinato dall’ANPAL, che erogherà il contributo in due tranche (anticipazione del 70% e saldo). La determinazione finale dell’importo riconosciuto è notificata da parte di ANPAL al soggetto richiedente. Una volta determinato l’importo finale riconosciuto, INPS, su richiesta di ANPAL, eroga il saldo