Oggetto: Il Bonus moda ha l’obiettivo di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento adottate per l’emergenza epidemiologica da Covid-19 sulle rimanenze finali di magazzino nei settori contraddistinti da stagionalità e obsolescenza dei prodotti.

Territorio di riferimento: Territorio Nazionale
Tempistica: In  attesa della pubblicazione del Decreto Attuativo
Soggetti proponenti: Possono presentare domanda coloro che esercitano attività d’impresa operando nell’industria tessile e della moda, della produzione calzaturiera e della pelletteria (settore Tma – tessile, moda e accessori).

In tale ambito, bisogna distinguere tra le imprese obbligate a redigere bilancio certificato e quelle non sottoposte a revisione legale dei conti e prive di un collegio sindacale:

·        nei riguardi dei soggetti con bilancio certificato, i controlli sono svolti sulla base dei bilanci stessi

·        le imprese non soggette a revisione legale dei conti e prive di collegio sindacale devono avvalersi di una certificazione sulla consistenza delle rimanenze di magazzino, rilasciata da un revisore legale dei conti o da una società di revisione legale dei conti iscritti nella sezione A dell’apposito registro. Il revisore legale dei conti o il professionista responsabile della revisione deve osservare i princìpi di indipendenza elaborati da associazioni e ordini professionali assieme al ministero dell’Economia e delle finanze e alla Consob, ovvero, in attesa della loro emanazione, quelli previsti dal Code of ethics dell’International Federation of Accountants (Ifac), il Codice etico dell’Organizzazione mondiale della professione economico-contabile.

Progetti finanziabili: Bonus sotto forma di credito d’imposta per sostenere le imprese del settore tessile, moda e accessori che, a causa dell’emergenza Covid, hanno registrato alla fine del 2020 un aumento delle rimanenze finali.

Il metodo e i criteri applicati per la valutazione delle rimanenze finali di magazzino nel periodo d’imposta di spettanza del beneficio devono essere omogenei rispetto a quelli utilizzati nei tre periodi d’imposta considerati ai fini della media (si dovranno mantenere ad esempio Lifo e Fifo se utilizzati nel triennio precedente).

Tipologia di agevolazione: credito d’imposta

Intensità dell’agevolazione: 30% del valore delle rimanenze finali di magazzino dell’anno 2020 eccedente la media del medesimo valore registrato nei tre periodi d’imposta precedenti al 2020 (2017, 2018, 2019).