Parco Agrisolare: incentivi per impianti fotovoltaici di imprese agricole

La misura mira a sostenere gli investimenti nelle strutture produttive del settore agricolo, zootecnico e agroindustriale, al fine di installare pannelli solari e sistemi di gestione intelligente dei flussi e degli accumulatori, rimuovere e smaltire i tetti esistenti e costruire nuovi tetti isolati, creare sistemi automatizzati di ventilazione e/o di raffreddamento.

Possono presentare domanda:

  • Imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria;
  • Imprese agroindustriali, in possesso di codice ATECO
  • Le cooperative agricole o i loro consorzi 

Sono esclusi i soggetti esonerati dalla tenuta della contabilità IVA, aventi un volume di affari annuo inferiore ad € 7.000,00.

 

Progetti  finanziabili:

  • Intervento principale e obbligatorio: acquisto e posa in opera di pannelli fotovoltaici, sui tetti di fabbricati suddetti, con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 500 kWp.
  • Interventi facoltativi di riqualificazione ai fini del miglioramento dell’efficienza energetica delle strutture:
    • rimozione e smaltimento dell’amianto (o, se del caso, dell’eternit) dai tetti, in conformità alla normativa nazionale di settore vigente: tale procedura deve essere svolta unicamente da ditte specializzate, iscritte nell’apposito registro;
    • realizzazione dell’isolamento termico dei tetti: la relazione tecnica del professionista abilitato dovrà descrivere e giustificare la scelta del grado di coibentazione previsto in ragione delle specifiche destinazioni produttive del fabbricato, anche al fine di migliorare il benessere animale;
    • realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria): la relazione del professionista dovrà dare conto delle modalità di aereazione previste in ragione della destinazione produttiva del fabbricato; a ogni modo, il sistema di areazione dovrà essere realizzato mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell’aria, anche al fine di migliorare il benessere animale.

 

La misura concede contributi a fondo perduto cosi ripartiti:

  • Aiuti agli investimenti in attivi materiali e attivi immateriali nelle aziende agricole, connessi alla produzione agricola primari
    • 50% delle spese ammissibili per le Regioni: Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna.
    • 40% delle spese ammissibili per le altre Regioni.

           Le aliquote di aiuto su indicate possono essere maggiorate di 20 punti percentuali per:

      • i giovani agricoltori o gli agricoltori che si sono insediati nei 5 anni precedenti la data della domanda di aiuto;
      • gli investimenti collettivi, come impianti di magazzinaggio utilizzati da un gruppo di agricoltori o impianti di condizionamento dei prodotti agricoli per la vendita;
      • gli investimenti in zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici.

 

  • Aiuti agli investimenti nel settore della trasformazione di prodotti agricoli
    • 50% delle spese ammissibili per le Regioni: Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna.
    • 40% delle spese ammissibili per le altre Regioni.

 

  • Aiuti agli investimenti alla trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli, concessi in esenzione ai sensi del regolamento (UE) n. 651/2014: 30% delle spese ammissibili.

       L’intensità di aiuto può essere aumentata di:

      • 20 punti percentuali per gli aiuti concessi alle piccole imprese;
      • 10 punti percentuali per gli aiuti concessi alle medie imprese;
      • 15 punti percentuali per investimenti effettuati nelle zone assistite che soddisfano le condizioni di cui all’art. 107, par. 3, lett. a) del Trattato.

 

Tempistica: le domande possono essere presentate dalle ore 12:00 del 27 settembre fino alle ore 12:00 del 27 ottobre 2022.

 

 

 

Per ricevere maggiori informazioni su questo bando, chiamaci al numero verde 800180616 oppure scrivici all’indirizzo e-mail info@profima.it

Unisciti al nostro Canale Telegram per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese!