Mipaaf – Contributi per progetti ricerca in agricoltura biologica

Oggetto:  Concessione di contributi finalizzata alla presentazione di progetti di ricerca nell’ambito delle disponibilità del “Fondo per la ricerca nel settore dell’agricoltura biologica e di qualità”.

Procedura di selezione:  Valutativa (a graduatoria)

Territorio di riferimento: Territorio Nazionale

Tempistica: Le domande possono essere presentate entro le ore 16,00 di lunedì 22/02/ 2021

Soggetti proponenti  
Possono presentare domanda:

–          le Università degli studi

–          gli Enti pubblici.

Il progetto può includere una o più unità operative.  Possono svolgere il ruolo di “unità operativa”, le Università degli studi, gli Enti pubblici e gli Enti privati che hanno tra gli scopi statutari la ricerca e la sperimentazione e che non perseguono scopo di lucro.

È condizione di ammissibilità del progetto, a pena di esclusione, il coinvolgimento nelle attività progettuali di almeno un’azienda biologica o biodinamica. È altresì favorita la partecipazione di Associazioni senza fine di lucro con finalità di ricerca in agricoltura.

Le aziende coinvolte non sono beneficiarie dirette di contributo e stabiliscono rapporti di collaborazione con l’ente pubblico attraverso convenzioni.

Progetti finanziabili
Sono finanziabili progetti di ricerca orientati al miglioramento delle produzioni biologiche, all’innovazione dei processi produttivi delle imprese biologiche, al trasferimento tecnologico, alla fruizione e diffusione dei risultati della ricerca e alla diffusione dei benefici e vantaggi dell’agricoltura biologica.

I progetti di ricerca devono altresì tendere al consolidamento ed allo sviluppo del settore dell’agricoltura biologica attraverso un approccio di tipo “multi-attoriale”, con il coinvolgimento obbligatorio, sin dall’inizio delle attività progettuali, di almeno una azienda agricola biologica o biodinamica, al fine di consentire l’applicazione concreta dei risultati della ricerca alla realtà produttiva, e favorendo il coinvolgimento di una Associazione che abbia finalità di ricerca in agricoltura.

Il progetto di ricerca deve prevedere:

a) un’attività di sperimentazione presso le aziende coinvolte;

b) la realizzazione di un video rivolto al mondo della formazione e alla realtà rurale, in cui sono sinteticamente raccontate la storia e le fasi cruciali della ricerca;

c) un’ampia diffusione dei risultati, accessibili gratuitamente, attraverso conferenze, pubblicazioni, video, banche dati o software open source.

Costituiscono elementi qualificanti, nonché requisiti premianti, il conferimento, da parte del ‘Soggetto proponente’, di borse di studio nell’ambito dell’attività progettuale nonché il coinvolgimento, nell’attività progettuale di:

a) studenti delle scuole superiori ad indirizzo agrario,

b) aziende biologiche ubicate nelle isole,

c) aziende biologiche ubicate in territori montani,

d) aziende biologiche ubicate nei biodistretti,

e) aziende biologiche facenti capo a giovani imprenditori (meno di 40 anni).

f) associazioni che, senza finalità di lucro, abbiano tra gli scopi statutari la ricerca in agricoltura.

Tematiche: i progetti devono sviluppare, a pena di esclusione, una delle seguenti tematiche di ricerca:

1. Miglioramento genetico in Agricoltura Biologica;

2. Riduzione degli input esterni nella Produzione Biologica;

3. Trasformazione dei prodotti biologici;

4. Florovivaismo biologico;

5. Piante officinali biologiche e piante aromatiche biologiche;

6. L’agroecologia nell’azienda biologica;

7. Meccanizzazione;

8. Sviluppo sostenibile del territorio e tutela ambientale, forestale e paesaggistica

Durata del progetto: 36 mesi

Tipo di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione: 90% delle spese ammissibili

Importo massimo concedibile: € 300.000,00