Nazionale: gli ultimi aggiornamenti da “Fondoprofessioni”

 

FONDOPROFESSIONI: AVVISO 05/20

“Bonus benvenuto”

Oggetto
Finanziamento di Piani formativi individuali a catalogo per neo-aderenti che applicano il CCNL Studi professionali.
Procedura di selezione
Valutativa (a sportello)
Territorio di riferimento
Territorio Nazionale
Tempistica
Le domande possono essere presentate fino ad esaurimento delle risorse.
Soggetti proponenti
Può presentare domanda lo Studio professionale/Azienda neo-aderente al Fondo*, già iscritto agli enti bilaterali Cadiprof ed Ebipro, che applica il CCNL Studi Professionali.

 

*  Si specifica che lo Studio Professionale si considera neo-aderente se ha provveduto all’iscrizione al Fondo, per la prima volta, nei sei mesi precedenti l’avvio dell’attività formativa.
Soggetti destinatari
I destinatari dell’attività formativa sono le lavoratrici e i lavoratori dipendenti dell’Ente proponente, per i quali viene versato il contributo di cui all’art. 12 della legge n. 160/1975, così come modificato dall’art. 25 della legge quadro sulla formazione professionale n. 845/1978 e successive modificazioni.

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione: 100% dell’imponibile IVA di ogni singola iniziativa

Importo massimo concedibile: € 300,00

Regime di aiuto
de minimis

 

FONDOPROFESSIONI: AVVISO 06/20

Oggetto
Finanziamento di Piani formativi pluriaziendali promossi dai Titolari di Rete.
Procedura di selezione
Valutativa (a sportello)
Territorio di riferimento
Territorio Nazionale
Tempistica
Le domande possono essere presentate dal 20/11/2020 fino alle ore 17.00 del l’11/12/2020.
Soggetti proponenti
Possono presentare domanda i soggetti “Titolari di Rete” accreditati presso il Fondo*, per i quali risultino almeno n. 200 dipendenti degli Studi professionali/Aziende formalmente aderenti al Fondo e alla Rete.

* L’elenco degli Enti proponenti riconosciuti da Fondoprofessioni è consultabile sul sito www.fondoprofessioni.it.
Soggetti beneficiari
I piani formativi sono rivolti esclusivamente agli Studi professionali/Aziende in regola con l’iscrizione e il versamento a Fondoprofessioni, che aderiscono alle Reti e alle iniziative promosse dai rispettivi Titolari.

Gli Studi professionali/Aziende coinvolti devono essere iscritti al Fondo prima dell’avvio dell’attività formativa alla quale prendono parte, oltre ad aver sottoscritto il documento di adesione alla Rete di riferimento.
Soggetti destinatari
I destinatari dei piani formativi ammissibili sono i dipendenti con contratto a tempo determinato/indeterminato o di apprendistato, per i quali gli Studi professionali/Aziende sono tenuti a versare il contributo di cui all’art. 12 della legge n. 160/1975, così come modificato dall’art. 25 della legge quadro n. 845/1978 e s.m.i.

Inoltre, è possibile coinvolgere dipendenti per i quali sono previsti sgravi contributivi, entro e non oltre il 20% del totale dei partecipanti del piano formativo.

Dotazione finanziaria
€ 26.400,00

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Importo massimo concedibile: il contributo del piano formativo dovrà tenere conto del massimale del Titolare di Rete.  Gli importi assegnati, riconosciuti e pubblicati sul sito del Fondo sono comprensivi di IVA e di ogni altro onere/imposta, se dovuti.
Regime di aiuto
de minimis/di esenzione

 

FONDOPROFESSIONI: AVVISO 09/20

Oggetto
Finanziamento di Piani formativi individuali a catalogo per lo sviluppo dello smart working.
Procedura di selezione
Valutativa (a sportello)
Territorio di riferimento
Territorio Nazionale
Tempistica
Le domande possono essere presentate fino ad esaurimento delle risorse.
Soggetti proponenti
Può presentare domanda lo Studio professionale/Azienda già aderente al Fondo, già iscritto agli Enti bilaterali Cadiprof ed Ebipro.

Potranno presentare la richiesta al Fondo unicamente gli Studi/Aziende che abbiano già richiesto a Ebipro il contributo per la dotazione/strumentazione smart working.
Soggetti destinatari
I destinatari dell’attività formativa sono le lavoratrici e i lavoratori dipendenti dell’Ente proponente, per i quali viene versato il contributo di cui all’art. 12 della legge n. 160/1975, così come modificato dall’art. 25 della legge quadro sulla formazione professionale n. 845/1978 e successive modificazioni.

Dotazione finanziaria
€ 200.000,00

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione: 100% dell’imponibile IVA di ogni singola iniziativa

Importo massimo concedibile: € 200,00
Regime di aiuto
de minimis