Nuove scadenze avvisi 1/19 e 3/19 Fondo For.Te

 

 

FOR.TE. AVVISO 1/19: LOGISTICA, SPEDIZIONI, TRASPORTI

Aggiornamento termini di presentazione delle domande: proroga termini 1° scadenza

Tempistica
Le domande possono essere presentate rispettando le seguenti scadenze:

·         Prima scadenza: entro le ore 18:00 del 30/09/2020;

·         Seconda scadenza: entro le ore 18:00 del 10/02/2021.

Procedura di selezione: valutativa
Territorio di riferimento
Territorio Nazionale
Oggetto
Piani formativi riferiti esclusivamente al Comparto Logistica, Spedizioni e Trasporti.
Soggetti proponenti
Possono presentare domanda le imprese aderenti al Fondo For.te.* e operanti esclusivamente nei settori Logistica, Spedizione e Trasporti, non titolari di Conti Individuali Aziendali e Conti di Gruppo.

 

Nello specifico possono presentare domanda per i “Piani Aziendali”:

a)       Datori di lavoro;

b)      Consorzi di imprese;

c)       Gruppi di imprese;

d)      ATI o ATS da costituire al massimo tra 3 imprese/datori di lavoro;

e)      Reti di impresa (purché tutte le imprese risultino già aderenti  al fondo aa data di presentazione della domanda).

 

Possono, invece, presentare domanda per i “Piani Territoriali/Settoriali (su base sub-regionale o regionale)”:

a)       Soggetti iscritti nell’elenco degli organismi di formazione accreditati in una delle Regioni Italiane per la formazione continua, purché la Regione presso la quale il soggetto è accreditato coincida con la Regione coinvolta nel piano formativo presentato;

b)      ATI o ATS costituire al massimo tra 4 soggetti, individuati tra quelli previsti alla precedente lettera a) e soggetti in possesso della Certificazione di qualità in base alla norma UNI EN ISO 9001:2015 settore EA37.

 

Possono, infine, presentare “Piani Settoriali (su base multiregionale o nazionale)”:

a)       Enti di cui all’art.1 della Legge n. 40/1987 riconosciuti dal Ministero del Lavoro;

b)      I soggetti iscritti nell’elenco degli organismi di formazione accreditati in una delle Regioni Italiane per la formazione continua, perché la Regione presso la quale il soggetto è accreditato coincida con almeno una delle Regioni coinvolte nel piano formativo presentato;

c)       ATI o ATS costituite tra i soggetti menzionati alle precedenti lettere e soggetti in possesso della Certificazione di qualità in base alla norma UNI EN ISO 9001:2015 settore EA37.

 

* Per partecipare all’Avviso, le imprese devono aver già aderito a For.Te. Qualora l’adesione sia stata espressa nei 3 mesi antecedenti una delle due scadenze previste, l’azienda beneficiaria dovrà risultare aderente al massimo entro la data di avvio delle attività formative, comunicata al Fondo attraverso la DAA, fatto salvo l’esito delle verifiche da parte del Fondo sul RNA per le aziende che abbiano optato per il Regime “de Minimis” (Regolamento UE n. 1407/2013).

Dotazione finanziaria: € 5.000.000,00

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Caratteristiche dell’agevolazione:

·         Cofinanziamento privato obbligatorio

o   For.Te. non finanzia il costo dei lavoratori/lavoratrici in formazione, che dovrà tuttavia costituire quota di cofinanziamento da parte delle imprese beneficiarie che abbiano optato per il Regime di aiuti ai sensi del Regolamento (UE) n.651/2014.

o   Sono esonerati dall’obbligo del contributo privato obbligatorio le aziende che abbiano optato per il Regime “de Minimis”, ai sensi del Regolamento 1407/2013.

 

FOR.TE. AVVISO 3/19: COMMERCIO, TURISMO, SERVIZI

Aggiornamento termini di presentazione delle domande: proroga  termini 1° scadenza

Tempistica
Le domande possono essere presentate rispettando le seguenti scadenze:

·         Prima scadenza: entro le ore 18:00 del 30/09/2020;

·         Seconda scadenza: entro le ore 18:00 del 23/02/2021.

Procedura di selezione: valutativa
Territorio di riferimento
Territorio Nazionale
Oggetto
Piani formativi finalizzati al consolidamento, all’aggiornamento ed allo sviluppo delle competenze dei lavoratori occupati nelle imprese aderenti a For.Te. e operanti nel comparto CTS (Commercio, Turismo, Servizi).
Soggetti proponenti
Possono presentare  domanda le imprese operanti esclusivamente  nei  settori Commercio, Turismo, Servizi, non titolari di Conti Individuali Aziendali e Conti di Gruppo.

 

Per partecipare all’Avviso le imprese devono aver già aderito a For.Te.*

 

Nello specifico, possono presentare domanda per i “Piani Aziendali”:

a)       Datori di lavoro;

b)      Consorzi di imprese;

c)       Gruppi di imprese;

d)      ATI o ATS da costituire al massimo tra 3 imprese/datori di lavoro;

e)      Reti di impresa (tutte le imprese devono risultare già aderenti alla data di presentazione della domanda).

 

Possono, invece, presentare domanda per i  “Piani Territoriali”:

a)       Soggetti iscritti nell’elenco degli organismi di formazione accreditati in una delle Regioni per la formazione continua, purché la Regione presso la quale il soggetto è accreditato  coincida con la Regione coinvolta nel Piano formativo presentato;

b)       ATI o ATS costituire al massimo da 4 soggetti tra quelli previsti nel punto a) sopra indicato e in possesso della Certificazione di qualità in alla norma UNI EN ISO 9001:2015 settore EA37.

 

Sono, infine, soggetti proponenti per i “Piani Settoriali Nazionali”:

a)       Gli Enti di cui all’art. 1 della Legge n. 40/1987 riconosciuti dal Ministero del Lavoro;

b)      I soggetti iscritti nell’elenco degli organismi di formazione accreditati in una delle Regioni Italiane per la formazione continua, purché la Regione presso la quale il soggetto è accreditato coincida con almeno una delle Regioni coinvolte nel Piano formativo presentato;

c)       ATI o ATS, costituite tra i soggetti individuati tra quelli previsti alle precedenti lettere e soggetti in possesso della Certificazione di qualità in base alla norma UNI EN ISO 9001:2015 settore EA37.

 

* Qualora l’adesione sia stata espressa nei 3 mesi antecedenti una delle due scadenze previste, l’azienda beneficiaria dovrà risultare aderente al massimo entro la data di avvio delle attività formative, comunicata al Fondo attraverso la DAA, fatto salvo l’esito delle verifiche da parte del Fondo sul RNA per le aziende che abbiano optato per il Regime “de Minimis” (Regolamento (UE) n. 1407/2013).

* Le risorse assegnate a ciascuna Regione/Macro Area verranno ulteriormente suddivise, destinando il 50% delle stesse ai Piani aziendali, e il rimanente 50% ai Piani territoriali.

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Caratteristiche dell’agevolazione:

·         Cofinanziamento privato obbligatorio

o   For.Te. non finanzia il costo dei lavoratori/lavoratrici in formazione, che dovrà tuttavia costituire quota di cofinanziamento da parte delle imprese beneficiarie che abbiano optato per il Regime di aiuti ai sensi del Regolamento (UE) n.651/2014.

o   Sono esonerati dall’obbligo del contributo privato obbligatorio le aziende che abbiano optato per il Regime “de Minimis”, ai sensi del Regolamento 1407/2013.

Regime di aiuto: de minimis