LE MISURE STRAORDINARIE DEL GRUPPO CDP PER SOSTENERE IMPRESE E  TERRITORIO

Il gruppo Cassa Depositi e Prestiti  al fine di sostenere concretamente il tessuto produttivo e le comunità del Paese ha attivato un pacchetto di interventi a sostegno di tutte le imprese italiane e delle pubbliche amministrazioni, che si trovano a fronteggiare quotidianamente l’emergenza.

In particolare:

Cdp per le imprese

  • Accesso al credito: è stato messo a disposizione delle imprese un plafond di 7 miliardi di euro al fine di finanziare le esigenze di capitale circolante, investimenti e attività di export e internazionalizzazione, in partnership con il sistema bancario;
  • Moratorie e dilazioni:
  • è stata prevista unamoratoria, per un periodo di almeno 12 mesi,  sui finanziamenti a medio lungo termine garantiti da SACE  erogati da banche che hanno aderito al piano di moratoria sulle esposizioni in essere. In complementarietà con il sistema bancario, per supportare e dare flessibilità finanziaria alla tua azienda, aderiremo a misure di maggior favore promosse dall’Associazione Bancaria Italiana  o da singole banche;
  • per le imprese danneggiate direttamente o indirettamente dall’emergenza COVID-19, è prevista la possibilità di beneficiare di un’estensione fino a 6 mesi dei termini di dilazione precedentemente accordati sull’operazione;
  • per coloro che sono assicurati o contraenti di una polizza SACE BT, è concessa una sospensione del pagamento delle scadenze fino al 30 aprile. Gli assicurati avranno, inoltre, la possibilità di concedere ai propri debitori residenti in tutto il territorio nazionale (sede legale e/o operativa) una ulteriore proroga di 2 mesi rispetto al periodo massimo stabilito in polizza, al fine di garantire una maggior flessibilità nella gestione dei riscadenzamenti;
  • per le PMI beneficiarie di finanziamenti agevolati per progetti di internazionalizzazione di SIMEST (o intendano ottenere un finanziamento), il gruppo ha previsto un rifinanziamento per 400 milioni di euro del Fondo 394, gestito da SIMEST per conto del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. Per i finanziamenti a valere sul Fondo 394, fino al 31 dicembre 2020,  è prevista la sospensione fino a 12 mesi il pagamento della quota capitale e degli interessi delle rate in scadenza nel corso dell’anno 2020, con conseguente traslazione del piano di ammortamento per un periodo corrispondente.

Inoltre, se il finanziamento agevolato è già attivo sono state stabilite le seguenti condizioni straordinarie:

  • se le iniziative oggetto di finanziamento sono state rinviate è prevista una moratoria di 6 mesi dei termini di presentazione della documentazione e rendicontazione, e un posticipo di 6 mesi dei periodi di pre-ammortamento e ammortamento del prestito concesso;
  • se le iniziative oggetto del finanziamento sono state cancellate è stata introdotta l’eliminazione della maggiorazione del 2% prevista per le revoche, per la parte di rimborso del finanziamento delle spese non effettuate.

Iniziative di prossima attivazione

  • Plafond Mid-Large Corporate: un nuovo strumento di garanzia che nasce per fornire ulteriore liquidità alle medie e grandi imprese italiane. Lo strumento sarà operativo nel giro di poche settimane e, grazie alla contro-garanzia statale, potrà garantire nuovi finanziamenti fino a 10 miliardi di euro;
  • Finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione (Legge n. 394):  rafforzamento del Fondo rotativo Legge n. 394, che ad oggi supporta le imprese attraverso finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione, con la costituzione di una sezione separata dello stesso Fondo che permetterà co-finanziamenti a fondo perduto fino al 50% dei finanziamenti concessi. Criteri e modalità saranno stabiliti nelle prossime settimane dal Comitato agevolazioni.

Cdp per le Pubbliche Amministrazioni

  • Mutui per gli Enti Locali per sostenere l’amministrazione con  il differimento  del pagamento  delle rate in scadenza.