Giorgetti ha firmato il DM con le regole per il credito di imposta per le strutture produttive ubicate nella ZES UNICA previsto dal DL Sud.  A breve il modello per le domande

 

Soggetti beneficiari: imprese che effettuano investimenti iniziali in beni strumentali destinati a strutture produttive ubicate nelle zone assistite delle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna e Molise (zone 107, 3, a), TFUE) e nelle zone assistite della regione Abruzzo (zone 107, 3, c), TFUE), come individuate dalla Carta degli aiuti a finalità regionale 2022 2027

Progetti finanziabili:

  1. acquisto o locazione finanziaria, di nuovi macchinari, impianti e attrezzature varie destinate a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio
  2. acquisto di terreni e all’acquisizione, realizzazione e ampliamento di immobili strumentali agli investimenti (il valore dei terreni e degli immobili non può superare il 50% del valore complessivo dell’investimento agevolato)

Gli investimenti dovranno essere realizzati  tra il 1 gennaio del 2024 e il 15 novembre dello stesso anno e non potranno essere inferiori a 200 mila euro.

Agevolazioni: Credito d’imposta di intensità variabile a seconda della dimensione e della localizzazione aziendale

Tempistica: Dal 12 giugno al 12 luglio 2024, sarà necessario comunicare alle Entrate l’ammontare delle spese ammissibili sostenute dal 1° gennaio 2024 e quelle che prevedono di sostenere fino al 15 novembre 2024.

Inoltre, ricordiamo che dal 1 marzo è attivo lo sportello unico digitale della ZES Unica come interfaccia unitaria per la presentazione delle istanze di autorizzazione unica riguardanti progetti di investimento localizzati nelle otto Regioni del Mezzogiorno.

 

 

 

 

 

 

Per ricevere maggiori informazioni su questo bando, chiamaci al numero verde 800180616 o utilizza il form di Richiesta informazioni.

Unisciti al nostro Canale Telegram per rimanere sempre aggiornato sugli incentivi per le imprese!