Oggetto: Sostenere, sviluppare e potenziare il lavoro agile o smart working mediante il riconoscimento di contributi a fondo perduto finalizzati al welfare aziendale.
Territorio di riferimento: Regione Piemonte
Tempistica: In attesa della pubblicazione del Decreto (prevista per la fine di aprile)
Soggetti proponenti: Possono presentare domanda PMI aventi una sede operativa in Piemonte.

Settori esclusi: settore della produzione agricola, della pesca, dell’acquacoltura e dell’industria carboniera.

Non possono presentare domanda i soggetti che abbiano ottenuto contributi a fondo perduto nell’ambito di altre misure regionali a valere sulle medesime iniziative oggetto della presente agevolazione.

Progetti finanziabili – Sono finanziabili le seguenti tipologie di interventi:

·        realizzazione di investimenti, acquisto di hardware e software e/o personalizzazione di applicazioni e integrazione con altri sistemi informativi aziendali, attivazione o adeguamento di impianti tecnici e dei locali necessari per l’esercizio dell’attività in smart working;

·        costi esterni di formazione professionale e manageriale per i dipendenti, gli amministratori e soci; i corsi devono essere strettamente funzionali all’esercizio dell’attività in smart working e devono essere forniti da operatori accreditati per l’erogazione di attività di formazione professionale dalla Direzione regionale competente.

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione: 40% delle spese ammissibili