Tempistica: Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 9.30 del 15/12/2019 ed entro le ore 17.30 del 20/04/2020.

Procedura di selezione: valutativa
Territorio di riferimento: Regione Lazio
Oggetto: Valorizzare, da un lato, gli apprendimenti acquisiti nell’ambito di “Torno Subito” al fine di assicurare effetti occupazionali significativi e, dall’altro, promuovere un’azione di rafforzamento delle politiche di sostegno all’inserimento nel mondo del lavoro, sia dei giovani che stanno frequentando o frequenteranno percorsi di formazione altamente qualificati nell’ambito dell’iniziativa “Torno Subito”, sia dei giovani che hanno partecipato all’iniziativa “Torno Subito” nelle precedenti annualità finanziate dal POR FSE 2014-2020, che non hanno concluso il percorso con l’assunzione da parte delle imprese ospitanti nella seconda fase del progetto o che lo hanno ottenuto ma sono attualmente disoccupati.

Spese ammissibili: Sono ammissibili i costi dati dal costo salariale annuo del dipendente previo controllo della documentazione richiesta e quella attestante l’avvenuta assunzione e la regolare posizione contributiva (INPS/INAIL).

I costi salariali sono costituiti dall’importo totale annuo effettivamente pagabile dall’impresa beneficiaria dell’aiuto in relazione ai lavoratori interessati, comprendente la retribuzione lorda prima delle imposte e i contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali e i contributi assistenziali per figli e familiari. Sono pertanto esclusi i costi relativi agli oneri volontari che incombono sul datore di lavoro.

Tipologia di agevolazione: Bonus occupazionale

Per il target destinatari A nel caso di scelta del regime “de minimis” il bonus occupazionale corrisponde ad un contributo di € 8.000,00 per ogni assunzione con contratto a tempo indeterminato effettuata per ogni lavoratore disoccupato.

Sia per il target destinatari A che per il target B nel caso di opzione del regime di aiuti in esenzione, si precisa che il bonus può corrispondere all’importo massimo di € 8.000,00 previa verifica del rispetto della soglia massima del 50%, del costo salariale del lavoratore svantaggiato assunto. In caso di lavoratori con disabilità il bonus può corrispondere all’importo massimo di             € 8.000,00 previa verifica del rispetto della soglia massima del 75% costo salariale del lavoratore disabile assunto.

Regime di aiuto: Regime De Minimis