Oggetto: sostenere le micro, piccole e medie imprese operanti nel settore degli eventi, delle fiere, dello svago e del tempo libero, particolarmente colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19, attraverso l’erogazione di un contributo a fondo perduto ad integrazione del calo di fatturato registrato.

Soggetti beneficiari:
MPMI, nonché professionisti, aventi la sede principale o almeno un’unità locale ubicata nel territorio regionale, ed operanti nei settori economici individuati dai seguenti codici Ateco Istat 2007:
• 74.20.19 altre attività di riprese fotografiche;
• 82.30.00 organizzazione di convegni e fiere;
• 85.51.00 Corsi sportivi e ricreativi (limitatamente ai soggetti iscritti presso il Registro imprese tenuto dalla CCIAA competente per territorio);
• 90.02.0 Attività di supporto alle rappresentazioni artistiche;
• 90.02.01 Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli;
• 90.02.02 Attività nel campo della regia;
• 90.02.09 Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche;
• Tutta la divisione 93.11 gestione di impianti sportivi;
• 93.13.00 palestre;
• 93.29.10 discoteche, sale da ballo night-club e simili;
• 96.09.05 organizzazione di feste e cerimonie;
• 74.10.10 attività di design moda e industriale;
• 47.71.10 commercio al dettaglio confezioni per adulti;
• 47.62.20 commercio al minuto di cartoleria e festa;
• 46.22.00 commercio all’ingrosso di piante e fiori;
• 47.76.10 commercio al dettaglio di fiori e piante.

Sono inoltre ammissibili le imprese esercenti le attività di spettacolo viaggiante ed itinerante, come risulta da specifica licenza, di cui ai codici ATECO:
• 93.21 Parchi di divertimento e parchi tematici;
• 93.29.90 Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca.
Qualora l’attività di spettacolo viaggiante e itinerante sia individuata da un diverso codice ATECO, oppure non risulti esplicitamente dalla descrizione in visura camerale, è necessario essere in possesso di specifica licenza di esercizio per detta attività.

Condizioni per l’accesso: i richiedenti possono presentare istanza di accesso al contributo solo a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi, dal 01/01/2020 al 31/12/2020, sia inferiore di almeno il 30% rispetto all’ammontare del fatturato e dei corrispettivi realizzato/i nel periodo dal 01/01/2019 al 31/12/2019.
Ai fini della determinazione del fatturato e dei corrispettivi di cui sopra si deve considerare il totale del fatturato e dei corrispettivi relativi alle unità operative localizzate in Toscana con codice attività prevalente appartenente ad uno dei settori economici già indicati.
Ai fini del suddetto calcolo non vanno considerati i ricavi derivanti da cessione di beni strumentali.
Per le imprese che hanno avviato l’attività nel corso del 2019, la verifica del suddetto calo di fatturato/corrispettivi si effettua confrontando i mesi di operatività nel 2019 con gli stessi mesi nel 2020; per le imprese che, invece, si sono costituite nel corso del 2020, non è richiesto il requisito del calo del fatturato/corrispettivi ma il contributo spettante verrà riproporzionato rispetto agli effettivi mesi di attività nel periodo di osservazione 01/01/2020 – 31/12/2020.
In entrambi i casi, qualora l’attività non sia iniziata in coincidenza con l’inizio del mese, il mese sarà computato per intero, se la data di inizio cade tra l’1 ed il 15, mentre non sarà computato se l’attività è iniziata dal giorno 16 in poi. Pertanto non saranno ammessi a beneficiare del contributo le imprese ed i professionisti che abbiano iniziato l’attività a decorrere dal 16/12/2020.

Agevolazioni: contributo a fondo perduto per un massimo di € 2.500,00.

Tempistica: le domande possono essere presentate fino alle ore 17:00 del 03/06/2021.