Aggiornamento termini per la presentazione delle domande: 26/05/2020

Tempistica:
Le domande possono essere presentate fino al 26/05/2020

Procedura di selezione: valutativa
Territorio di riferimento: Regione Umbria
Oggetto:
Sostenere gli investimenti delle imprese per l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile e, in particolare, erogare incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese.
Soggetti proponenti
Possono presentare domanda le PMI in possesso dei seguenti requisiti:

·         Iscrizione al Registro delle imprese presso la CCIAA (per le imprese tenute all’iscrizione al Registro delle imprese) ovvero possesso di P. IVA ed iscrizione ad albi/elenchi/ordini professionali previsti dalla vigente normativa (per i soggetti non tenuti all’iscrizione al Registro delle imprese);

·         presenza di almeno un’unità produttiva ubicata nel territorio regionale risultante da visura camerale (per le imprese beneficiarie iscritte al Registro delle imprese) ovvero indicazione del luogo di esercizio dell’attività d’impresa nel territorio regionale, come riscontrabile dal certificato di attribuzione della Partita IVA, (per i soggetti non iscritti al Registro delle imprese).

·         la suddetta sede oggetto dell’intervento deve risultare attiva e possedere il codice di attività ATECO 2007 riferito a uno dei settori di seguito specificati:

B – Estrazione di minerali da cave e miniere;

C – Attività manifatturiere;

F – Costruzioni;

G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli;

H – Trasporto e magazzinaggio;

I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione;

J – Servizi di informazione e comunicazione;

M – Attività professionali, scientifiche e tecniche;

N – Noleggio, Agenzie di viaggio, Servizi di supporto alle imprese;

P – Istruzione;

Q – Sanità e assistenza sociale;

S – Altre attività di servizi.

·         essere operative e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non avendo deliberato la liquidazione volontaria e non essendo sottoposte a procedure concorsuali anche volontarie (quali: fallimento, concordato preventivo,liquidazione, amministrazione straordinaria ecc.), né ad amministrazione controllata con l’unica eccezione del concordato con continuità aziendale.

 

Soggetti esclusi:

·         aziende agricole e le relative attività connesse

·         aziende che svolgono le attività di trasformazione dei prodotti agricoli
Progetti finanziabili
Sono finanziabili investimenti finalizzati a perseguire un utilizzo razionale dell’energia e/o autoprodurre energia da fonte rinnovabile, quali:

·         Interventi di riduzione dei consumi energetici;

·         Interventi di riduzione dei consumi elettrici;

·         Interventi sull’involucro;

·         Interventi sul ciclo produttivo;

·         Altri interventi di riduzione dei consumi elettrici/termici;

·         Interventi per l’autoproduzione di energia elettrica/termica da fonti rinnovabili.

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione:

MISURA DELLE AGEVOLAZIONI
Reg. UE (651/2014)Reg. UE (1407/2013)
Investimenti delle grandi imprese:

30% dei costi ammissibili

Investimenti delle grandi imprese:

30% dei costi ammissibili

Investimenti delle medie imprese:

40% dei costi ammissibili

Investimenti delle medie imprese:

40% dei costi ammissibili

Investimenti delle piccole imprese:

50% dei costi ammissibili

Investimenti delle piccole imprese:

50% dei costi ammissibili

 

 

Importo massimo concedibile: € 500.000,00
Regime di aiuto: de minimis/in esenzione