Tempistica: Le domande possono essere presentate fino al 23/04/2020

Procedura di selezione:  valutativa
Territorio di riferimento: Regione Veneto
Oggetto:
Sostenere gli investimenti finalizzati alla diversificazione delle attività e delle funzioni svolte dall’impresa agricola in attività extra-agricole.

L’intervento è attivato esclusivamente all’interno del progetto integrato aziendale (Pacchetto Giovani) complementare al tipo di intervento  6.1.1 “Insediamento di giovani agricoltori”  del programma di sviluppo rurale regionale  volto a sostenere le nuove imprese agricole e il ricambio generazionale.
Soggetti proponenti
Possono presentare domanda i giovani agricoltori  che presentano domanda a valere del  PSR VENETO  Misura 6 – Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese – “Insediamento di giovani agricoltori”  e attuano questo tipo di intervento nell’ambito del progetto integrato aziendale (Pacchetto Giovani).

Requisiti:

1 – rispettare i criteri di ammissibilità dei soggetti richiedenti e dell’impresa previsti dal  PSR Veneto Misura 6 – Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese – “Insediamento di giovani agricoltori”:

·         Requisiti soggetti richiedenti:

–  essere cittadino dell’Unione Europea;

–  avere un’età compresa tra i 18 e i 40 anni;

–  aver assolto gli obblighi scolastici;

– possedere conoscenze e competenze professionali adeguate dimostrate, alternativamente, mediante: a) titolo di studio attinente le materie agrarie conseguito in Italia presso scuola statale o paritari, ovvero all’estero ma legalmente accreditato in Italia; b) iscrizione all’ordine dei dottori agronomi e dottori forestali, al collegio dei periti agrari e dei periti agrari laureati, al collegio degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati; c) attestato di frequenza di un corso di formazione riconosciuto dalla Regione del Veneto e/o da altre Regioni, finalizzato al miglioramento delle conoscenze e delle competenze specifiche per quanto riguarda la gestione di un’impresa agricola e le pratiche agricole rispettose dell’ambiente;

– essersi  insediato per la prima volta in un’azienda agricola in Veneto, in proprietà o in locazione con contratto di durata pari almeno al periodo vincolativo e regolarmente registrato; l’insediamento del giovane deve essere avvenuto nel periodo intercorrente fra ventiquattro mesi precedenti la data di presentazione della domanda e il sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto (23/12/2019), in qualità di: a) titolare, mediante l’acquisizione dell’azienda agricola;  b) socio di una società di persone (società semplice, società in nome collettivo, società in accomandita semplice) avente per oggetto la gestione di un’azienda agricola; c) socio amministratore di società di capitale avente come unico oggetto la gestione di un’azienda agricola.

·         Criteri di ammissibilità dell’impresa:

– iscrizione nel Registro delle imprese presso la Camera di Commercio;

– iscrizione nell’Anagrafe del Settore Primario;

– conduzione dell’unità tecnico-economica (U.T.E.) ubicata nel territorio regionale;

– dimensione economica aziendale pari ad almeno € 12.000,00 di Produzione  Standard totale in zona montana e ad almeno € 15.000,00 di Produzione Standard totale nelle altre zone; la dimensione economica aziendale, in ogni caso, non può essere superiore a € 250.000,00 di Produzione Standard totale;

– la costituzione della nuova impresa non deve derivare dalla suddivisione, successiva al 01/01/2014, di un’azienda preesistente in ambito familiare, di proprietà di soggetti parenti fino al 2° grado o di società in cui siano presenti soggetti parenti fino al 2° grado;

– non può essere ammesso il passaggio di titolarità dell’azienda, anche per quota, tra coniugi, per atto “tra vivi”, nonché la creazione di una nuova azienda costituita con l’acquisizione di terreni del coniuge se questo esercita attività agricola;

– sono escluse le costituzioni ex novo di società tra coniugi uno dei quali sia già titolare di azienda agricola individuale; è inoltre esclusa dagli aiuti l’ipotesi in cui in una società preesistente, di cui sia socio un coniuge, entri a far parte l’altro coniuge;

– non è consentito l’aiuto a favore di giovani neo-insediati nell’ambito di società in cui vi sia, o vi sia stato, almeno un socio che abbia beneficiato nel presente periodo di programmazione (2014-2020) o nella passata programmazione del premio di insediamento.

2 – le aziende zootecniche che svolgono attività di malga devono essere in possesso dello specifico codice identificativo della stessa.

Dotazione finanziaria: € 1.500.000,00

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Intensità dell’agevolazione:

Per ristrutturazione ed ammodernamento dei beni immobili

·         50% delle spese ammissibili nelle zone montane*;

·         40% delle spese ammissibili nelle altre zone .

Per acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature, acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali

·         45% delle spese ammissibili nelle zone montane;

·         35% delle spese ammissibili nelle altre zone.

Importo massimo concedibile: € 200.000,00  nell’arco di tre esercizi finanziari

Regime di aiuto:  de minimis

* Per fruire dell’intensità agevolativa per le zone montane, la domanda deve soddisfare i seguenti requisiti:

·          il 51% della superficie agricola utilizzata (S.A.T.) aziendale deve essere ubicata in zona montana (a tal proposito si richiama alla classificazione dell’Allegato al PSR Veneto 2014-2020 “Elenco dei comuni totalmente o parzialmente montani”, riportato in calce alla presente Scheda Bando);

·          l’operazione deve essere realizzata in zona montana;

·          le attrezzature e i macchinari devono essere ubicati/detenuti o utilizzati prevalentemente in zona montana.