La Linea d’intervento Controgaranzie 2 ha l’obiettivo di migliorare l’accesso al credito delle Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI) e dei liberi professionisti operanti in Lombardia, creando nuovo credito e abbassando i costi, grazie alla controgaranzia gratuita rilasciata direttamente ai Consorzi di Garanzia Collettiva Fidi (Confidi).La misura è in continuità con la Linea Controgranzie

Lombardia, Controgaranzie: Come Partecipare?

Tempistica:Le domande possono essere presentate fino al 31/05/2020

Procedura di selezione: valutativa

Territorio di riferimento: Regione Lombardia
Oggetto: Migliorare l’accesso al credito sia in termini di creazione di nuovo credito che di diminuzione dei costi delle garanzie.
Soggetti proponenti: Possono presentare domanda i Consorzi di Garanzia Collettiva Fidi (Confidi) iscritti nell’elenco di cui all’art. 155 TUB (oppure 112 TUB come modificato dal D.Lgs. 13 agosto 2010, n. 141) oppure all’albo unico di cui all’art. 106 TUB.

Tipologia di agevolazione: Controgaranzia su portafogli di garanzie concessi dai Soggetti Richiedenti (Confidi). La controgaranzia rilasciata opera nei limiti della prima perdita prefissata (CAP) sull’importo complessivo di controgaranzie rilasciate a ciascun Soggetto Richiedente (Plafond di riferimento), nei limiti dell’importo massimo di controgaranzie assegnato (Plafond garantito). Sul fondo potrà essere attivata una garanzia di terzo livello da parte di altri soggetti. La controgaranzia è rilasciata a titolo gratuito ai Confidi che dovrà trasferire il beneficio sul destinatario finale.

Intensità dell’agevolazione: la controgaranzia è concessa nella misura massima del 50% dell’importo garantito dal Soggetto richiedente (Confidi), a condizione che la garanzia da questi rilasciata non superi la percentuale massima di copertura dell’80% dell’operazione finanziaria erogata/attivata dalla banca e che resti in capo al Soggetto richiedente almeno il 20% del rischio da esso assunto. Ai fini della determinazione del rischio residuo in capo al Soggetto richiedente si considera il valore della garanzia rilasciata dal Confidi al netto della controgaranzia del Fondo e di eventuali ulteriori controgaranzie rilasciate da Enti o organismi nazionali (FCG), europei (FEI), da banche, intermediari finanziari e Confidi.

Durata massima agevolazione: 84 mesi

Importo massimo concedibile: € 500.000,00

Regime di aiuto: de minimis