Tempistica: Le domande possono essere presentate fino alle ore 16.00 del 10/12/2018

Territorio di riferimento: Regione Piemonte – Provincia Verbano Cusio Ossola

Oggetto: Sostenere e incentivare la partecipazione di aziende della provincia del Verbano Cusio Ossola a manifestazioni fieristiche internazionali e ad attività di internazionalizzazione.

Soggetti proponenti: Possono presentare domanda le PMI:
– aventi sede legale e/o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio del Verbano Cusio Ossola;
– in regola con il pagamento del diritto annuale secondo la normativa vigente;
– che si impegnino a partecipare ad almeno una delle attività previste dal progetto “Sostegno all’export delle PMI” del sistema camerale o dal progetto TAKE AWAY del sistema camerale piemontese.
Settori ammissibili (codice ATECO 2007): lettere A, B e C, ad esclusione dei settori della pesca e dell’acquacoltura.
Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo. In caso di presentazione di più richieste è tenuta in considerazione solo la prima domanda presentata in ordine cronologico.

Progetti finanziabili: Si intendono finanziare le seguenti attività realizzate tra la data di presentazione della domanda a valere sul presente bando ed il 30 giugno 2019:
1. la partecipazione, in qualità di espositori, a fiere internazionali organizzate all’estero, che si svolgano e le cui spese siano sostenute nel periodo tra la presentazione della domanda ed il 30 giugno 2019;
2. la realizzazione di progetti finalizzati a sviluppare la presenza aziendale sui mercati esteri, come di seguito dettagliati:
2a) acquisto in un Paese estero di spazi pubblicitari su cartellonistica, giornali, riviste specializzate, radio e televisione, canali web;

2b) realizzazione o partecipazione a incontri d’affari, eventi promozionali e conferenze stampa in un Paese estero;

2c) progettazione e stampa di materiale pubblicitario e promozionale in lingua estera (ad es. brochure, depliant, cataloghi, video, CD, e simili) e realizzazione dell’interfaccia in lingua estera del sito web aziendale;

2d) primo rilascio delle seguenti certificazioni:

  • Certificazione BRC-Global Standard Food;
  • Certificazione IFS-International Food Standard;
  • Certificazioni Kosher e Halal;
  • Certificazione FDA – Food and Drug Administration
  • Certificazione ISO 50001 – Energy Management System
  • Certificazione FSC – Forest stewardship council
  • Certificazione ISO 12647 – Graphic Technology
  • Certificazione GLOBALG.A.P.
  • Certificazione NO OGM
  • Certificazione MOCA
  • Certificazione Prodotti Senza Glutine
  • Certificazione EAC

Il rilascio delle sopra elencate certificazioni deve essere successivo alla data di presentazione della domanda.

Spese ammissibili: Sono ammissibili ai fini del calcolo del contributo sono le seguenti tipologie di spesa:

  • spese di locazione ed allestimento dell’area espositiva
  • spese di spedizione di prodotti e materiale espositivo
  • spese di agenzia grafica e pubblicitaria
  • stampa di materiale promozionale in lingua estera
  • spese per la realizzazione di pagine web in lingua estera
  • spese per la traduzione in lingua estera di materiale promozionale e/o pagine web
  • organizzazione e allestimento di strutture, noleggio spazi e affitto locali per iniziative vi cui al punto 2b)
  • quote di partecipazione per iniziative di cui al punto 2b)
  • spese di interpretariato
  • spese per il rilascio della certificazione da parte dell’ente certificatore.

Sono ammissibili solo i costi direttamente relativi alla partecipazione a fiere all’estero ed alle attività di internazionalizzazione con esclusione delle spese di viaggio, vitto e alloggio e generali sostenute dalle imprese beneficiarie del contributo.
Limite inferiore di spesa: € 2.000,00

Retroattività: Sono ammissibili le spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda fino al 30 giugno 2019.

Agevolazioni: Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributo di valore pari a 60% dei costi ammissibili con un massimo di euro 5.000,00.
Regime di aiuto: de minimis.

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Preventivi di spesa

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.