Apicoltura, riduzione costi di produzione

Tempistica: Le domande possono essere presentate entro il 12/01/2019

Territorio di riferimento: Regione Umbria

Oggetto: Gli aiuti sono concessi per la realizzazione di interventi destinati a migliorare le condizioni di produzione e commercializzazione del miele attraverso la riduzione dei costi di produzione, l’ottimizzazione della lotta agli aggressori e malattie dell’alveare e l’incremento del livello professionale degli addetti.

Soggetti proponenti:

AZIONE A: “ASSISTENZA TECNICA E FORMAZIONE PROFESSIONALE DEGLI APICOLTORI” – SOTTOAZIONE A6: “ATTREZZATURE PER LA CONDUZIONE DELL’APIARIO, PER LA LAVORAZIONE, IL CONFEZIONAMENTO E LA CONSERVAZIONE DEI PRODOTTI DELL’APICOLTURA”
Possono presentare domanda:
– Imprenditori apistici e apicoltori professionisti in possesso di partita IVA e di almeno 40 alveari regolarmente denunciati in BDA;
– Cooperative di apicoltori che gestiscono sul territorio regionale almeno 100 alveari regolarmente denunciati in BDA.

AZIONE B: “LOTTA CONTRO GLI AGGRESSORI E LE MALATTIE DELL’ALVEARE, IN PARTICOLARE LA VARROASI” SOTTOAZIONE B3: “ATTREZZATURE VARIE, ES. ACQUISTO DI ARNIE CON FONDO A RETE O MODIFICA DI ARNIE ESISTENTI”)
Possono presentare domanda i seguenti soggetti con sede legale nel territorio regionale:
– Apicoltori, Imprenditori apistici, Apicoltori professionisti, Forme associate in apicoltura: Società, Cooperative.

AZIONE E: “MISURE DI SOSTEGNO PER IL RIPOPOLAMENTO DEL PATRIMONIO APICOLO DELL’UNIONE” – SOTTOAZIONE E 1: “ACQUISTO DI SCIAMI, NUCLEI, PACCHI D’API E API REGINE”)

Possono presentare domanda i seguenti soggetti con sede legale nel territorio regionale:
– Apicoltori, Imprenditori apistici, Apicoltori professionisti, Forme associate in apicoltura (Società, Cooperative).

Apicoltura, interventi destinati a migliorare le condizioni di produzione

Progetti finanziabili:

AZIONE A: “ASSISTENZA TECNICA E FORMAZIONE PROFESSIONALE DEGLI APICOLTORI” – SOTTOAZIONE A6: “ATTREZZATURE PER LA CONDUZIONE DELL’APIARIO, PER LA LAVORAZIONE, IL CONFEZIONAMENTO E LA CONSERVAZIONE DEI PRODOTTI DELL’APICOLTURA”
Segue un elenco esemplificativo di attrezzature ammesse a finanziamento che non esclude altre attrezzature specifiche per la conduzione dell’apiario, salvo quelle finanziate con la sottoazione B3:

Indumenti protettivi:

  •  maschere per la protezione delle vie respiratorie
  • tute da apicoltore
  • guanti per apicoltura

Conduzione di arnie a trattamento termico:

  • kit fotovoltaico

Raccolta:

  • Attrezzatura per la raccolta di propoli, polline, pappa reale, veleno

Disopercolatura:

  • carrellini in acciaio per movimentazione dei melari all’interno del laboratorio
  • disopercolatrici automatiche e semiautomatiche
  • vasche di raccolta e presse per cera
  • banchi, strumenti e attrezzatura per operazioni di disopercolatura manuale
  • nastri e sistemi di scorrimento favi

Smielatura:

  • macchine centrifughe motorizzate
  • sceratrici solari o a vapore

Purificazione:

  • filtri
  • vasche di decantazione

Lavorazione, maturazione stoccaggio:

  • Camere calde, scaldamiele
  • Maturatori, miscelatori e maturatori a controllo termico

Confezionamento:

  • macchina rotatrice per incanalamento vasi
  • nastro trasportatore
  • dosatrici
  • etichettatrici
  • macchina per termopacchi

Movimentazione:

  • transpallet
  • muletti elettrici e manuali

Controlli e misurazioni :

  • bilance
  • colorimentri
  • rifrattometri

AZIONE B: “LOTTA CONTRO GLI AGGRESSORI E LE MALATTIE DELL’ALVEARE, IN PARTICOLARE LA VARROASI” SOTTOAZIONE B3: “ATTREZZATURE VARIE, ES. ACQUISTO DI ARNIE CON FONDO A RETE O MODIFICA DI ARNIE ESISTENTI”
E’ ammesso a finanziamento l’acquisto delle seguenti attrezzature:
– arnie antivarroa e/o fondi a rete per la modifica di arnie esistenti al fine di evitare o contenere lo sviluppo della patologia nell’apiario;
– arnie con sistema a trattamento termico

AZIONE E: “MISURE DI SOSTEGNO PER IL RIPOPOLAMENTO DEL PATRIMONIO APICOLO DELL’UNIONE” – SOTTOAZIONE E 1: “ACQUISTO DI SCIAMI, NUCLEI, PACCHI D’API E API REGINE”)
Sono previsti interventi per acquisto di api regine e/o di sciami di api artificiali debitamente certificati sotto il profilo sanitario esclusivamente di razza ligustica.

Spese ammissibili:

AZIONE B: “LOTTA CONTRO GLI AGGRESSORI E LE MALATTIE DELL’ALVEARE, IN PARTICOLARE LA VARROASI” SOTTOAZIONE B3: “ATTREZZATURE VARIE, ES. ACQUISTO DI ARNIE CON FONDO A RETE O MODIFICA DI ARNIE ESISTENTI”
Spesa massima ammissibile:
– euro 90,00 IVA esclusa per ogni arnia con fondi antivarroa;
– euro 90,00 IVA esclusa per quattro fondi a rete (per la modifica di arnie esistenti);
– euro 130,00 IVA esclusa per ogni arnia con sistema a trattamento termico.

AZIONE E: “MISURE DI SOSTEGNO PER IL RIPOPOLAMENTO DEL PATRIMONIO APICOLO DELL’UNIONE” – SOTTOAZIONE E 1: “ACQUISTO DI SCIAMI, NUCLEI, PACCHI D’API E API REGINE”)
Gli importi massimi di spesa ammissibili per ape regina e per sciame sono pari, rispettivamente, ad euro 13,00 ed euro 95,00 (IVA esclusa).

Retroattività: No

Agevolazioni:

AZIONE A: “ASSISTENZA TECNICA E FORMAZIONE PROFESSIONALE DEGLI APICOLTORI” – SOTTOAZIONE A6: “ATTREZZATURE PER LA CONDUZIONE DELL’APIARIO, PER LA LAVORAZIONE, IL CONFEZIONAMENTO E LA CONSERVAZIONE DEI PRODOTTI DELL’APICOLTURA”
E’ prevista la concessione di contributi pubblici a fondo perduto nella misura del 50% per le spese sostenute per la realizzazione degli interventi.
Qualora le richieste superino la disponibilità prevista, la spesa massima ammissibile per ogni richiedente è limitata ad euro 6.000,00 IVA esclusa. In tal caso eventuali fondi inutilizzati verranno riassegnati alle domande la cui richiesta eccede tale tetto di spesa, secondo l’ordine di graduatoria.

AZIONE B: “LOTTA CONTRO GLI AGGRESSORI E LE MALATTIE DELL’ALVEARE, IN PARTICOLARE LA VARROASI” SOTTOAZIONE B3: “ATTREZZATURE VARIE, ES. ACQUISTO DI ARNIE CON FONDO A RETE O MODIFICA DI ARNIE ESISTENTI”
E’ prevista la concessione di contributi pubblici a fondo perduto nella misura del 60% delle spese riconosciute ammissibili.

AZIONE E: “MISURE DI SOSTEGNO PER IL RIPOPOLAMENTO DEL PATRIMONIO APICOLO DELL’UNIONE” – SOTTOAZIONE E 1: “ACQUISTO DI SCIAMI, NUCLEI, PACCHI D’API E API REGINE”)
E’ prevista la concessione di contributi a fondo perduto nella misura del 60% delle spese ammissibili.

Documentazione:

  • Visura camerale aggiornata
  • Preventivi di spesa

La Profima Srl si riserva la facoltà di richiedere, attraverso i suoi progettisti, documentazione ulteriore e aggiornata ai fini della progettazione.

Per conoscere altre opportunità di finanziamento consultate il nostro sito