Tempistica

Per le scadenze di presentazione dei Progetti Formativi a valere sulla IVª Sessione di Valutazione il C.d.A. di Fon.Ter ha stabilito le seguenti date:

♦ 29/11/2019, entro le ore 23.59, per il salvataggio del progetto tramite la piattaforma Fon.Ter

♦ 18/12/2019, entro le ore 15.00, per l’inoltro via PEC o a mezzo posta ordinaria della documentazione a corredo del progetto.

Territorio di riferimento: Territorio Nazionale

Oggetto: Sostenere le risorse umane tramite iniziative in materia di formazione e qualificazione professionale che contribuiscano al miglioramento culturale e professionale dei lavoratori e delle lavoratrici, riguardanti lo sviluppo competitivo, con priorità ai processi di riorganizzazione che possono rendersi necessari a fronte di nuovi investimenti tecnologici o di natura organizzativa, per l’introduzione di innovazioni di prodotto/processo o di aggiornamento e riqualificazione professionale delle competenze.

Soggetti destinatari

Sono soggetti destinatari:

a. lavoratori/trici assunti con contratto a tempo indeterminato;

b. lavoratori/trici assunti con contratto a tempo determinato, in essere, di durata almeno di 3 mesi;

c. lavoratori/trici stagionali che, nell’ambito dei 12 mesi precedenti la presentazione  del Progetto, abbiano lavorato con contratto di durata almeno di 3 mesi alle dipendenze di aziende assoggettate al contributo dello 0,30 ed aderenti al Fondo;

d. lavoratori/trici assunti con contratto di lavoro di apprendistato;

e. lavoratori il cui status professionale è temporaneamente sospeso per crisi aziendale.

Agevolazioni

Tipologia di agevolazione: contributo a fondo perduto

Regime di aiuto, Regolamento in esenzione

L’intensità di aiuto alla formazione non può superare il 50% dei costi ammissibili del Progetto Formativo.

Tale percentuale può essere aumentata al massimo fino al 70% dei costi ammissibili al verificarsi delle seguenti condizioni, anche cumulabili tra loro:

– finanziamento richiesto da una piccola impresa: aumento di 20 punti percentuali;

– finanziamento richiesto da una media impresa: aumento di 10 punti percentuali;

– formazione destinata a lavoratori con disabilità o svantaggiati: aumento di 10 punti percentuali*.

L’intensità di aiuto può essere aumentata di 10 punti percentuali per la formazione destinata a lavoratori con disabilità o svantaggiati ma fino al massimo del 70% di intensità di aiuto. Di conseguenza, la percentuale di cofinanziamento privato obbligatorio non potrà scendere al disotto del 30%, nel caso in cui l’azienda beneficiaria opti per il regime di aiuti alla formazione – Regolamento (CE) n. 651/2014.

Si definisce lavoratore con disabilità chiunque soddisfi una delle seguenti condizioni: I) chiunque sia riconosciuto come lavoratore con disabilità a norma dell’ordinamento nazionale; II) chiunque presenti durature menomazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali che, in combinazione con barriere di diversa natura, possono ostacolare la piena ed effettiva partecipazione all’ambiente di lavoro su base di uguaglianza con gli altri lavoratori.

–        Regolamento de minimis

Le Aziende che attuano il REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 “De Minimis”, per il presente Avviso, sono escluse dall’obbligo del Cofinanziamento.